Con gli investitori che devono decidere se avere un'esposizione in una determinata classe di attivi o in una strategia passiva, molti stanno osservando se la gestione attiva produce del valore aggiunto. Come affermato {dxp:link Path="@@SiteRoot/post/14727/the-case-for-active-managers-in-a-post-qe-world" Target="_blank" Options="" IconCode=""}nelprecedente articolo{/dxp:link}, riteniamo che entrambi gli approcci siano importanti, ma che serva al contempo una certa selettività. Analizziamo di seguito come alcuni gestori di Henderson utilizzino spesso delle tecniche associate con i criteri ESG (ambiente, società, corporate governance) e che spesso non sono presenti nell'approccio passivo.

Beyond the metrics: which active techniqurs add value? | janus Henderson Investors

Gran parte della valutazione di una società non può essere spiegata esclusivamente tramite le sue metriche finanziarie. Esistono quindi diverse tecniche impiegate dai gestori attivi per giudicare la qualità delle società e, di conseguenza, ottenere valore aggiunto per gli investitori

Nell'analizzare in modo più approfondito un'opportunità, molti gestori di Henderson utilizzano svariati approcci. A livello settoriale, alcune di queste tecniche sono raggruppate nel concetto di investimento ESG (ambiente, società e di corporate governance). Sebbene molti dei team d'investimento di Henderson non gestiscano esplicitamente prodotti incentrati sui criteri ESG, determinate tecniche contribuiscono a sviluppare una visione tridimensionale di una società e possono offrire una maggiore diversificazione nella creazione di portafogli attivi e passivi a livello settoriale.

Noi di Henderson riteniamo che esista una logica sottostante la filosofia ESG: le società che operano in modo non sostenibile o poco etico, con menager attenti solo al breve periodo o privi di esperienza, difficilmente sapranno generare rendimenti costanti per gli investitori. Al contrario, come suggerisce una ricerca di Deutsche Bank, HSBC e della Harvard Business School, un approccio più olistico contribuisce a generare sovraperformance e rappresenta una parte essenziale del processo d'investimento, spesso ignorata da molti fondi passivi.

I fattori da considerare quando si valutano le società sono molteplici e di svariata natura. Spaziano infatti dall'impatto dei cambiamenti climatici all'utilizzo dell'energia e della tecnologia pulita, dai mutamenti demografici all'impiego dell'intelligenza artificiale, alla valutazione della sostenibilità della catena di fornitura. Anche i rischi reputazionali esercitano un notevole peso nei mercati finanziari e il modo in cui i gestori degli investimenti si relazionano con le società può avere profonde implicazioni sui rendimenti dei loro portafogli. Incorporare queste considerazioni in un approccio passivo è difficile. In Henderson, la stragrande maggioranza dei gestori tiene conto di questi fattori e ritiene particolarmente importante incontrare i dirigenti delle società per valutarne adeguatamente i rischi.

Di seguito analizzeremo alcune tecniche adottate da un gruppo di gestori d'eccellenza di Henderson e forniremo degli esempi su come implementarle: