In questo video, Guy Barnard, Co-Head of Global Property Equities, spiega come opera il team nel pieno del blocco causato dal coronavirus, gli effetti sinora subiti dal mercato e perché non è stato apportato alcun cambiamento significativo al portafoglio.

  In sintesi:

  • Pur non essendo immune dalla debolezza osservata in altri attivi rischiosi, in genere il mercato immobiliare beneficia del sostegno chiave di locazioni di lungo periodo e, di conseguenza, tende ad avere flussi di reddito molto più visibili e robusti rispetto a molte altre aree del mercato azionario.
  • Il team beneficia di un processo di investimento pragmatico, che mira a limitare i rischi macro top-down e si concentra sulla selezione titoli bottom-up. Privilegia società che beneficiano di stimoli strutturali come la logistica, trainata dall’aumento dell’e-commerce, e le aree più difensive come le locazioni residenziali. L’enfasi posta negli ultimi anni sulla qualità dei bilanci rafforza la convinzione che i portafogli siano ben posizionati per far fronte alle incertezze attuali.