I dati preliminari sul vaccino contro il COVID-19 sviluppato da Pfizer e BioNTech sono migliori del previsto. In questo video, parte di una serie sulle implicazioni scientifiche e finanziarie del COVID-19, il Gestore di portafoglio Daniel Lyons e l’Analista di ricerca Agustin Mohedas spiegano perché questi risultati sono così incoraggianti e come potrebbero influire sull’andamento della pandemia.

In sintesi:

  • Questa settimana Pfizer e BioNTech hanno pubblicato i dati preliminari sul loro vaccino sperimentale contro il COVID-19, che consente una riduzione di circa il 90% delle infezioni sintomatiche, un risultato davvero notevole.
  • L’esito è promettente non solo per il vaccino sviluppato da Pfizer e BioNTech, ma anche per altri vaccini allo studio che hanno come target il medesimo recettore cui il virus si lega per entrare nelle cellule umane.
  • L’approvazione di più vaccini potrebbe accelerare la fine di questa epidemia globale e sarebbe quanto mai utile proprio ora che i casi di coronavirus si moltiplicano velocemente in tutto il mondo.

Note

L'mRNA o RNA messaggero trasporta le informazioni genetiche copiate dal DNA ad altre parti della cellula per l'elaborazione. L’approccio basato sull’mRNA per contrastare il COVID-19 utilizza l’mRNA per ottenere una risposta immunitaria che sviluppa l’immunità.

Una cellula T, detta anche linfocita T, è un tipo di globulo bianco che interviene nel controllo e nella calibrazione della risposta immunitaria dell’organismo in caso di infezione.