Per investitori professionali in Italia

I professionisti finanziari devono adottare un nuovo approccio allo stress

Lindsay Troxell

Lindsay Troxell

Lindsay Troxell è Senior Director presso Janus Henderson Investors dove si occupa della parte dedicata allo sviluppo professionale di Knowledge Labs®


1 novembre 2022
5 minuti di lettura

Il primo mercoledì di novembre è stato scelto come giornata nazionale di sensibilizzazione sullo stress negli Stati Uniti (National Stress Awareness Day), ma la gestione dello stress e l'impatto che può avere sulla nostra salute mentale e fisica rappresentano un impegno che dura tutto l'anno. Lindsay Troxell, esperta in materia di sviluppo professionale, illustra alcuni consigli su come assumere il controllo della situazione adeguando le nostre modalità di reazione ai fattori di stress negativo nelle nostre vite

Vi è mai capitato di andare dal medico e scoprire che il vostro problema potrebbe essere dovuto allo stress?

Non siete i soli, soprattutto nel settore finanziario.

In uno studio della Financial Planning Association condotto in collaborazione con Janus Henderson e Investopedia, ben il 71% dei professionisti finanziari ha dichiarato di aver sofferto di livelli di stress moderati o elevati.1

Il 46% del campione di intervistati ha affermato che lo stress ha un impatto negativo sulla loro salute. E tale percentuale è probabilmente ancora più alta: uno studio più ampio condotto dell'American Institute of Stress ha riportato che il 75%-90% di tutte le visite mediche negli Stati Uniti ha avuto per oggetto malattie da stress come depressione, ansia e pressione arteriosa elevata.2

Il 2 novembre è effettivamente la giornata nazionale di sensibilizzazione sullo stress. Ma la gestione dello stress è qualcosa che richiede attenzione e impegno continui. Di conseguenza, sebbene scriva questo articolo nel mese di novembre per questioni di opportunità, incoraggio i lettori a fare riferimento ai consigli qui illustrati durante tutto l'arco dell'anno.

Un periodo più stressante che mai?

L'impatto dello stress che ci affligge va oltre quanto si possa pensare. La maggior parte dei disturbi fisici di cui soffriamo non è solo legata allo stress, ma comporta anche un enorme onere finanziario: si stima che lo stress sul posto di lavoro costi ogni anno agli Americani 300 miliardi di dollari in spese mediche. Il calo di produttività derivante dallo stress sul posto di lavoro implica anche un impatto economico significativo: l'American Institute of Stress riporta infatti che lo stress causa la perdita di oltre 275 milioni di giorni lavorativi ogni anno.3

Il settore finanziario vive un periodo stressante

Naturalmente, nulla di tutto ciò sorprende più di tanto alla luce delle crescenti incertezze che affrontiamo oggi. Dalla pandemia da COVID (ora al terzo anno) alle tensioni geopolitiche e ai timori di attacchi informatici, dall'impennata dei prezzi alla volatilità dei mercati finanziari, siamo in apparenza sempre più chiamati ad affrontare molteplici fattori di stress.

Forse basta la lettura dell'elenco dei fattori di stress sopra citati per sentirsi stressati. Ma se vi dicessi che lo stress non deve consumare né voi né questo settore, a dirla tutta? Questo è il messaggio che spero di diffondere in occasione di questa giornata nazionale di sensibilizzazione sullo stress e per tutto l'anno. Leggete alcune idee riguardanti non solo come possiamo acquisire maggiore consapevolezza dello stress, ma anche come evitare che lo stress assuma il controllo delle nostre vite e della nostra professione.

In primo luogo, sensibilizzazione

Sicuramente parliamo di stress più di quanto lo facessimo un tempo, ma restano da compiere ancora molti progressi. Sentiamo spesso parlare di persone che desiderano sollevare il tema dello stress con il proprio datore di lavoro, ma di frequente temono di essere percepite come deboli, di non essere prese in considerazione per una promozione oppure di essere derise.

La sensibilizzazione sullo stress

È qui che entra in gioco l'importanza della sensibilizzazione. Più parliamo di quanto sia normale e diffuso lo stress nella nostra vita, meno tabù suonerà il tema. Parlare apertamente con il vostro team dello stress non solo aiuta gli altri a sentirsi meno soli in quella che è probabilmente un'esperienza estremamente condivisa, ma incoraggia anche i membri del team a prendersi cura di sé invece di temere i giudizi. Alla fine, la sensibilizzazione sullo stress è fondamentale per avere relazioni sane, sul piano sia professionale che personale.

Lo stress è soggettivo

Molte persone soffrono di stress legato al posto di lavoro. Un evento di vita traumatico come la perdita di una persona cara può naturalmente essere causa di stress. Altri possono semplicemente provare ansia e paura per le condizioni generali del mondo. Tuttavia, vi sfido a pensarla in questo modo: in definitiva non è possibile che tutto ciò che provate susciti in voi sensazioni negative di stress, potrebbe essere invece il  modo in cui reagite a  ciò che provate.

Ecco qua tre delle tecniche di gestione dello stress collaudate che spiego nelle mie sessioni di consulenza:

  1. Gioco di ruolo mentale prima di un evento che causa stress. Prima di un colloquio o di una presentazione importante, potete provare mentalmente vari scenari per sentirvi più preparati. La sensazione di una preparazione migliore spesso determina una riduzione dello stress perché aumenta la vostra fiducia.
  2. Seguite i dati. Probabilmente non pensate al vostro passato come un insieme di dati, ma ogni esperienza di vita può esserlo. Se la vostra mente stressata ha reazioni emotive, provate a fare la cronistoria dei dati del vostro passato, cioè le volte in cui avete provato sensazioni di stress, ma alla fine avete perseverato e, a conti fatti, non avete avuto nulla di cui preoccuparvi. Questo esercizio vi consente di utilizzare la parte logica del vostro cervello per gestire meglio le vostre reazioni allo stress.
  3. Osservate i modelli di pensiero che inducono stress. Per gestire lo stress, dobbiamo prestare attenzione ai modelli che lo creano. Per esempio, se pensate costantemente a quanto siano difficili o problematiche le persone che vi inviano e-mail, lo stress negativo si accumula a ogni e-mail che ricevete. Per contro, se scegliete di pensare attivamente a qualcosa del tipo «questo è un lavoro impegnativo ma sono all'altezza», potete decidere in modo consapevole di modificare la vostra reazione e ridurre così lo stress.

Fate il primo passo

Non tutto lo stress è negativo; un sano livello di stress può infatti motivarvi a raggiungere i vostri obiettivi. Inoltre, esistono numerosi fattori di stress che sono semplicemente ineliminabili. La buona notizia è che, gestendo le vostre reazioni allo stress, potete cominciare a liberarvi delle conseguenze mentali e fisiche che può creare.

1“2020 Trends in Investing Survey.” Financial Planning Association, Janus Henderson, 2020.
2“America’s #1 Health Problem.” The American Institute of Stress, gennaio 2017.
3“The stress-productivity shortfall.” The American Institute of Stress, aprile 2021.

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri soggetti/team di Janus Henderson Investors. Eventuali titoli, fondi, settori e indici citati nel presente articolo non costituiscono né fanno parte di alcuna offerta o invito all'acquisto o alla vendita.

 

Le performance passate non sono indicative dei rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Comunicazione di Marketing.

 

Glossario