Tom Ross, credit portfolio manager, ci spiega come il team Corporate Credit, nel mezzo di una crisi senza precedenti, rimane fedele al proprio processo d’investimento high yield, riconoscendo contemporaneamente che alcune cose devono essere fatte in modo differente.

    Punti salienti

  • Il team si sta attenendo al proprio processo di investimento, già sperimentato, ma sta aumentando le comunicazioni, affinché i portfolio manager e gli analisti possano rapidamente valutare l’ambiente in cambiamento.
  • Questi hanno modificato il proprio trading tenendo conto degli spostamenti di liquidità, ampliando il numero di ordini simili con volumi ridotti per diversificare il rischio di esecuzione e mantenere nei portafogli i profili di rischio desiderati.
  • Il team è attualmente cauto, ma vede un valore profondo emergere nell’high yield e ritiene che i junk bond possano offrire opportunità selettive sia per gli investitoti high yield che per quelli investment grade.

Note: 

il video è stato girato alla fine del mese di marzo 2020.

Beta: la sensibilità del portafoglio rispetto ai movimenti del mercato.

DTS: duration times spread (durata dell’asset moltiplicata per il relativo spread). Si tratta della misura della volatilità attesa del credito nei portafogli.