Trend emergenti e in accelerazione nelle azioni statunitensi

In sintesi

  • Mentre affrontiamo le conseguenze economiche della pandemia del COVID-19, molti temi preesistenti di lungo periodo* continuano ad accelerare.
  • Per diversi settori si prospettano ripercussioni negative a lungo termine, ma altri potrebbero essere destinati a beneficiare dei cambiamenti comportamentali innescati dalla crisi.
  • Le società con bilanci più solidi e abbondante liquidità potrebbero essere in grado di investire e adattarsi per uscire dalla crisi in una posizione di forza rispetto alle concorrenti.

Accelerazione dei trend di lungo periodo

Nel contesto dell'incertezza a breve termine ascrivibile alla crisi causata dal COVID-19, riteniamo che molti temi di lungo periodo siano ancora attuali, potenzialmente a vantaggio di specifici settori e società. In alcuni casi i temi inerenti all'innovazione tecnologica, ad esempio, hanno registrato un'accelerazione per via del distanziamento sociale. Il passaggio al cloud computing e la crescita dei modelli di business "Software as a Service" sono stati stimolati dalla necessità di fornire risorse informatiche ai dipendenti costretti a lavorare in remoto. Prima della crisi, questi temi offrivano agli individui e alle imprese soluzioni più economiche, flessibili e facili da utilizzare. Queste stesse caratteristiche ne hanno favorito la crescente adozione durante la crisi, rafforzando ulteriormente i trend di lungo periodo.

I cambiamenti del comportamento dei consumatori hanno inoltre accelerato il ritmo di trend di lungo periodo come l'e-commerce e i pagamenti digitali, poiché gli ordini di confinamento in casa hanno costretto molte persone ad affidarsi a questi servizi. È probabile che questi cambiamenti comportamentali restino ben radicati anche dopo la pandemia, visto che ormai le persone si sono abituate a utilizzare questi servizi e ne apprezzano la comodità. Le società che offrono sistemi di pagamento potrebbero subire un calo dei volumi in seguito ai tagli alla spesa, all'aumento della disoccupazione e alle misure di confinamento in casa. Tuttavia, con la ripresa dell'economia i pagamenti digitali dovrebbero continuare ad affermarsi.

Infine, questa crisi ha accentuato l'importanza dell'innovazione nel settore della salute. L'attività di ricerca e sviluppo (R&S) in quest'area favorisce progressi sia nelle terapie per i pazienti sia nelle tecnologie e nelle attrezzature utilizzate dagli operatori sanitari, con un conseguente incremento della sicurezza e della produttività. Le società del settore della salute che stanno migliorando le terapie e i risultati per i pazienti e fornendo soluzioni mediche più economiche dovrebbero avere successo una volta superata la crisi.

Altre aree potrebbero essere definitivamente compromesse

La storica interruzione delle attività commerciali per via delle restrizioni agli spostamenti e agli assembramenti ha esercitato pressioni economiche senza precedenti su determinati comparti. Alcune aree potrebbero osservare una ripresa tardiva della domanda di prodotti e servizi, ma per altre la distruzione della domanda potrebbe essere permanente. Ad esempio, sebbene recentemente fossero posizionati per beneficiare di un contesto favorevole a lungo termine, dopo questa crisi i segmenti alberghiero, dei viaggi e del tempo libero potrebbero dover affrontare importanti cambiamenti strutturali. L'andamento della pandemia e le conseguenze finali sull'economia sono ancora poco chiari, pertanto le società di questi settori non sanno se e quando la domanda tornerà ad accelerare. Molte saranno costrette a emettere debito sui mercati pubblici o a prendere in prestito liquidità dal governo, rimborsando i prestiti con partecipazioni azionarie, il che ostacolerà ulteriormente la loro ripresa.

Un'altra area che è stata penalizzata, forse in modo permanente, è l'energia. I mercati erano già alle prese con un eccesso di offerta per via della guerra dei prezzi del petrolio tra l'Arabia Saudita e la Russia. Il COVID-19 non ha fatto che esasperare la situazione, causando uno shock della domanda che si è tradotto in un ulteriore aumento delle scorte. I prezzi del petrolio sono scesi sotto i livelli economicamente redditizi per molte imprese statunitensi del settore dell'energia, che sono costrette a destreggiarsi ricorrendo a soluzioni come l'indebitamento, la riduzione della spesa per investimenti e i tagli dei dividendi.

Temi emergenti da monitorare

Fortunatamente, determinate aree sono riuscite a rimanere stabili, e con la crisi di fatto alcune hanno evidenziato un'accelerazione della domanda. Le misure di distanziamento sociale hanno chiaramente favorito i fabbricanti e i venditori al dettaglio di prodotti alimentari e i fabbricanti di prodotti per la pulizia e l'igiene personale. Queste società hanno osservato un aumento della domanda, in quanto i consumatori hanno fatto scorta di prodotti per prepararsi a restare in casa per un periodo prolungato. Questi settori dovrebbero continuare a beneficiare della situazione per l'intera durata degli ordini confinamento in casa, e forse anche dopo, a seconda di come cambieranno le abitudini dei consumatori.

Hanno tratto vantaggio da questo contesto anche le imprese che sono riuscite a instaurare relazioni dirette con i consumatori. Alla luce delle restrizioni alle attività non essenziali, le società in grado di interagire con i clienti da remoto hanno goduto di un vantaggio in settori molto diversi tra loro, come le calzature e le assicurazioni. Queste aziende controllano il proprio destino, per così dire, dettando le interazioni con i clienti. Queste relazioni sono rese possibili indirettamente da fornitori di servizi tecnologici e software, inclusi i consulenti, che hanno aiutato le società nel loro processo di digitalizzazione. Le imprese che hanno instaurato o rafforzato relazioni dirette con i consumatori durante la crisi e i fornitori di servizi tecnologici e software necessari per assisterle potrebbero essere destinati a beneficiare del cambiamento permanente del comportamento dei consumatori dopo la pandemia.

QUALE SARÀ L'IMPATTO DELLA PANDEMIA SUI TEMI DI LUNGO PERIODO?

Il COVID-19 ha accelerato e alterato le dinamiche di crescita di un gran numero di società e settori. Di seguito forniamo una sintesi del potenziale impatto su alcuni temi di lungo periodo:

In accelerazione Emergenti Penalizzati
Innovazione tecnologica: cloud computing e crescita dei modelli di business "Software as a Service" Beneficiari del distanziamento sociale: fabbricanti e venditori al dettaglio di prodotti alimentari e fabbricanti di prodotti per la pulizia e l'igiene personale Le restrizioni agli spostamenti hanno penalizzato i settori alberghiero, dei viaggi e del tempo libero
E-commerce e pagamenti digitali: gli ordini di confinamento in casa hanno costretto molte persone ad adottare nuove soluzioni Interazioni dirette con i consumatori: vantaggi per i fornitori di servizi tecnologici e software I bruschi crolli della domanda hanno inciso negativamente sulle società del comparto dell'energia
Innovazione nel settore della salute: la più intensa attività di R&S favorisce progressi sul fronte delle terapie, della tecnologia e delle attrezzature

Il valore della solidità del bilancio

In generale, ci aspettiamo che le società con bilanci più solidi e abbondante liquidità riescano ad adeguarsi meglio al contesto attuale. Inoltre, investendo ora, queste aziende potrebbero persino uscire dalla crisi in una posizione di forza. Nel valutare i loro livelli di cash flow e le opzioni di liquidità, alcune potrebbero attingere alle linee di credito disponibili e altre potrebbero emettere debito sul mercato investment grade, che è attivo e finora appare relativamente poco costoso. Il loro obiettivo, oltre ad assicurarsi di avere bilanci sufficientemente solidi per superare la crisi, è investire nel marketing e posizionare le loro attività per poter crescere dopo la pandemia. Alcune imprese potrebbero persino cercare di acquisire attività da venditori in sofferenza per conquistare quote di mercato significative in futuro.

Di norma, crisi come questa consentono alle società meglio posizionate di prosperare a scapito di quelle più deboli dal punto di vista finanziario. In quanto investitori, oggi è più importante che mai individuare le società finanziariamente solide e quelle che godono di una posizione competitiva favorevole per sfruttare i temi di lungo periodo.

* Strutturale/di lungo periodo: i temi e le tendenze strutturali non sono stagionali o ciclici, bensì a lungo termine.

Leggi di più Equity Perspectives

ARTICOLO PRECEDENTE

Capire le azioni nel 2020

George Maris, Co-Head of Equities - Americas, riepiloga la fase di volatilità dei mercati azionari nel 2020 e gli aspetti che gli investitori dovrebbero considerare alla luce della persistente incertezza delle prospettive per l'economia globale.

ARTICOLO SUCCESSIVO

 

Sostenibilità e digitalizzazione: l'accelerazione della transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio

Hamish Chamberlayne analizza i progressi compiuti nell'universo digitale e il loro stretto legame con un futuro sostenibile.

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri soggetti/team di Janus Henderson Investors. Eventuali titoli, fondi, settori e indici citati nel presente articolo non costituiscono né fanno parte di alcuna offerta o invito all'acquisto o alla vendita.

 

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Ai soli fini promozionali.

 

Glossario