Per investitori privati in Italia

ESG 101: perché dovrebbe interessarvi? Assistenza ai clienti per oggi e per il futuro

Kelly Hagg

Kelly Hagg

Global Head of Product Strategy and ESG


Quinn Massaroni

Quinn Massaroni

ESG Research and Development Analyst


4 feb 2022

La nostra serie “ESG 101” si propone di agevolare le discussioni tra i professionisti del settore finanziario e i loro clienti su tutti gli aspetti degli investimenti basati su criteri ambientali, sociali e di governance (ESG). In questo articolo, Kelly Hagg, Global Head of Product Strategy and ESG, e Quinn Massaroni, ESG Research and Development Analyst, spiegano perché i professionisti finanziari dovrebbero interessarsi a questo tema, proponendo esempi tratti dal mercato in rapida evoluzione degli Stati Uniti, e mostrano come sia possibile utilizzare vari stili di investimento ESG per rispondere alle diverse esigenze dei clienti.

In sintesi

  • I professionisti del settore finanziario si sentono obbligati, in misura sempre crescente, a parlare di responsabilità ambientale, sociale e di governance con i clienti, eppure non esiste un unico metodo prestabilito per l'integrazione dei criteri ESG nel processo di investimento.
  • È necessario, inoltre, prendere in considerazione un'ampia gamma di valori e preferenze degli investitori.
  • La comprensione delle varie categorie di investimenti ESG può fornire un quadro di riferimento per presentare i principi ESG ai clienti e valutare le opportune opzioni dei fondi disponibili sul mercato.

ESG. Questo acronimo è entrato a far parte del linguaggio quotidiano di numerosi professionisti del settore finanziario. Per altri, invece, l'investimento ESG rappresenta tuttora uno stile di investimento di nicchia. Alla luce della rapida crescita degli investimenti ESG negli ultimi anni, tuttavia, anche i professionisti ancora scettici hanno sicuramente notato il fenomeno e si chiedono (così come lo chiedono i clienti) "Cos'è l'ESG e perché dovrebbe interessarmi?"

Per ESG si intende la pratica di tenere conto di criteri ambientali, sociali e di governance come strumento aggiuntivo per completare la valutazione delle società da parte dei professionisti degli investimenti e individuare le questioni finanziariamente rilevanti che possono incidere su un investimento. In termini semplici, i criteri ESG sono fattori supplementari da prendere in considerazione nell'ambito del processo di investimento. I dati ESG si aggiungono alle risorse utili per la valutazione dei rischi e delle opportunità, tuttavia non esiste un unico modo prestabilito per integrarli nel processo di investimento.

Nel seguito dell'articolo, esamineremo varie applicazioni ESG e il modo in cui possono essere utilizzate per aiutare i clienti ad armonizzare i loro valori personali e gli obiettivi di investimento. Prima, però, diamo un'occhiata all'evoluzione del mercato ESG negli ultimi vent'anni e alle conseguenze per i professionisti del settore finanziario e i loro clienti.

Perché i principi ESG? Perché adesso?

Per spiegare il recente aumento degli investimenti ESG, occorre considerare due fattori principali:   le tendenze del mercato e la domanda dei clienti.

Tendenze del mercato. Iniziamo dai flussi di fondi perché inviano un segnale chiaro sulla permanenza dei principi ESG negli investimenti mainstream. Alla fine del Q2 2021, i flussi dei fondi sostenibili erano saliti a $2.200 miliardi a livello globale. Solo negli Stati Uniti sono stati lanciati 25 nuovi fondi sostenibili in un trimestre.1 Questi lanci di fondi e flussi di asset sono indicativi dell'interesse crescente da parte degli investitori e della fiducia nelle strategie ESG. Tuttavia, l'aspetto più interessante per i professionisti del settore finanziario potrebbe essere il ventaglio di strategie ESG ormai disponibili, nonché il miglioramento delle opzioni di costo.

Nell'ultimo decennio l'investimento ESG si è evoluto e oggi si osserva un'integrazione più sofisticata dei criteri ESG, un'applicazione in tutte le classi di asset, come il reddito fisso e le strategie multi-asset, e una maggiore diversificazione delle strategie. Le numerose opzioni ESG esistenti consentono ormai una maggiore personalizzazione in base ai valori e alle preferenze del cliente. La disponibilità di varie opzioni ESG è stato un fattore importante per la loro affermazione e contribuirà probabilmente a rafforzare la fiducia degli investitori nei prodotti ESG come componente integrata di un portafoglio diversificato.

I prodotti basati sui principi ESG, un tempo considerati di nicchia e di difficile accesso da parte degli investitori senza un costoso mandato discrezionale, stanno ora diventando mainstream, in parte perché sono più convenienti e flessibili che mai. Nell'esplosione di nuovi prodotti sono compresi fondi ESG, che coprono asset class e strategie, disponibili in soluzioni a costo contenuto come gli ETF che, se proposti su larga scala, presentano spese di gestione più basse. Sulla scia di questo cambiamento, i prodotti di investimento ESG sono diventati uno strumento sempre più diffuso per i professionisti finanziari desiderosi di integrare una componente interessante e altamente personalizzata nel portafoglio di un cliente. Allo stesso tempo, la moltiplicazione di opzioni disponibili per gli investitori in tutti i punti di ingresso significa sostanzialmente che negli ultimi anni gli investimenti ESG si sono democratizzati.

ESG-focused products

Domanda dei clienti. Negli Stati Uniti si rileva una discordanza nella domanda dei clienti che trova la sua illustrazione più evidente in due risultati contraddittori dell'indagine condotta presso i consulenti da Cerulli nel 2020.2 Secondo il primo risultato, oltre la metà dei consulenti statunitensi interrogati considerava l'assenza di interesse dei clienti come fattore determinante nella mancata adozione di strategie ESG. Da un altro risultato, tuttavia, emergeva che quasi la metà delle famiglie di investitori statunitensi era interessata a investire prendendo in considerazione la responsabilità ambientale o sociale. Questi dati suggeriscono l'eventualità che i professionisti finanziari a volte sottovalutino l'interesse dei clienti per i criteri ESG.

Quale realtà si nasconde quindi dietro i dati e le disparità evidenziati dai risultati dell'indagine? Negli ultimi anni, la profonda trasformazione dei dati demografici e delle preferenze dei consumatori ha influito sulla domanda di opzioni di investimento sostenibile. Innanzitutto, negli Stati Uniti è in corso il più grande trasferimento di ricchezza della storia: secondo alcune stime, i baby boomer trasferiranno un patrimonio pari a quasi 70.000 miliardi di dollari a enti filantropici e/o ai figli tra oggi e il 2024. Si tratta di un evento degno di nota, in quanto i clienti millennial, più sensibili ai temi del cambiamento climatico e dell'uguaglianza, si interessano in misura molto maggiore agli investimenti ESG.3

Oltre al trasferimento di ricchezza dovuto all'età, la ripartizione della ricchezza globale sta cambiando anche in funzione del genere. Le donne detengono oggi il 32% (e la percentuale è in crescita) della ricchezza globale4sono, in media, più attente degli uomini all'impatto positivo che il loro patrimonio può avere sulla società.5 L'influenza di questi segmenti di clientela in crescita è già avvertita dai consulenti: l'ISS Market Intelligence ha rilevato che il 31% dei consulenti statunitensi ha constatato un aumento dei clienti che hanno proattivamente richiesto informazioni sugli investimenti ESG tra il 2020 e il 2021.6

È noto che i millennial e le donne siano sensibili agli impatti sociali e ambientali della creazione di ricchezza, ma i professionisti del settore finanziario potrebbero voler instaurare un dialogo nel corso del quale tali valori possano essere espressi e applicati ai singoli portafogli. Queste conversazioni potrebbero consentire ai professionisti del settore finanziario di stabilire un rapporto di maggiore fiducia con i clienti e discutere una più ampia gamma di rischi e opportunità, in quanto mirano a generare un valore più elevato a lungo termine.

Categorie ESG per rispondere a diverse esigenze dei clienti

I professionisti del settore finanziario si sentono obbligati, in misura sempre crescente, a parlare dei principi ESG con i clienti, eppure non esiste un unico metodo stabilito per l'integrazione dei fattori ESG nel processo di investimento. È necessario, inoltre, prendere in considerazione un'ampia gamma di valori e preferenze degli investitori. Alla luce di queste considerazioni, gli approcci di investimento ESG possono essere raggruppati in quattro categorie generali: approcci basati sui valori, best-in class, tematici e basati sull'impatto. Tali approcci ESG non sono reciprocamente esclusivi e possono sovrapporsi nell'ambito di singole strategie d'investimento. Forniscono tuttavia un quadro di riferimento di base per affrontare l'argomento dei valori ESG con i clienti e valutare le opzioni dei fondi disponibili.

Basato sui valori. L'investimento basato sui valori mira a generare risultati di natura etica o morale, escludendo settori ed emittenti associati a pratiche, servizi o prodotti potenzialmente dannosi che sono in conflitto con i valori o le convinzioni di un investitore. Questo approccio d'investimento ESG vanta probabilmente la più lunga tradizione e ha assunto un rilievo a livello globale alla fine degli anni '80, epoca della militanza studentesca per la cessione delle partecipazioni nelle imprese attive in Sudafrica durante l'apartheid.

ESG in solar - picture

Da allora, l'investimento basato sui valori è stato una componente stabile degli investimenti ESG, pur suscitando diverse critiche. Alcuni investitori evitano l'approccio basato sui valori perché limita la diversificazione e l'universo investibile, mentre altri ritengono che le esclusioni costituiscano il modo migliore per assicurarsi che i loro portafogli rappresentino i valori in cui credono. Numerose strategie ESG articolate ricorrono tuttora alle esclusioni per garantire che il fondo supporti realmente il proprio obiettivo ambientale o sociale. I fondi che si prefiggono di limitare il rischio ESG complessivo, ad esempio, potrebbero escludere le società i cui ricavi provengono dal carbone termico, tenuto conto del ruolo di questa fonte di energia nell'aumento delle emissioni di gas a effetto serra e dell'inquinamento atmosferico. Indipendentemente dal fatto che i clienti abbiano intenzione di escludere settori o società dal loro portafoglio, queste discussioni costituiscono spesso un primo passo per identificare i valori ESG dei clienti e i loro obiettivi di investimento.

Best-in-Class. Questo approccio consiste nell'investire nelle società leader del loro settore sotto il profilo dell'adozione di principi ESG e dei risultati ottenuti, escludendo al tempo stesso le società con un profilo indesiderato. L'approccio best-in-class (BIC) è spesso utilizzato per assicurare che un fondo sia agnostico in termini settoriali, pur continuando a rilevare i rischi ESG a lungo termine tramite l'individuazione delle società con le migliori performance ESG anche in settori "sospetti". Considerando investimenti best-in-class, gli investitori vorranno avere informazioni dettagliate sulla strategia in modo da determinare i criteri utilizzati per la valutazione delle performance ESG di un fondo. Alcuni fondi, ad esempio, valuteranno le società in base al profilo di rischio ESG, usando un punteggio interno o di terzi. Altri utilizzeranno una combinazione di fattori tra cui le valutazioni del rischio, lo storico delle controversie, le soglie di fatturato e i riscontri sull'engagement. Complessivamente, l'approccio BIC offre una soluzione ESG dinamica per gli investitori attenti ai fattori ambientali e sociali, ma non disposti a rinunciare a un'ampia esposizione nei loro portafogli.

Tematico. I gestori di fondi possono concentrarsi su particolari asset o tematiche ESG direttamente legati alla sostenibilità investendo in società che affrontano in modo attivo problematiche sociali o ambientali (o "tematiche") tramite i loro prodotti o servizi. Le strategie di investimento tematico offrono un'opportunità particolarmente interessante ai professionisti finanziari e ai clienti per affrontare determinati fattori ESG in modo approfondito ed esauriente. A differenza dell'approccio best-in-class, che offre un accesso più ampio, gli investimenti tematici permettono la specializzazione. Se c'è un tema che sta particolarmente a cuore a un investitore, come la parità di genere, la lotta contro le discriminazioni razziali, il cambiamento climatico o la biodiversità, è importante disporre di un'opzione di investimento dedicata in modo specifico a quella causa.

L'investimento tematico è spesso accompagnato da relazioni sulla sostenibilità per presentare i progressi compiuti su un determinato tema. I professionisti finanziari dispongono così di uno strumento prezioso per rendere conto dei risultati degli investimenti, dal punto di vista finanziario e tematico, rispetto agli obiettivi attesi dai clienti.

Basato sull'impatto. Gli investimenti basati sull'impatto mirano a conseguire rendimenti finanziari competitivi e risultati ambientali e sociali positivi e misurabili, investendo principalmente in società impegnate a favore della società e/o dell'ambiente. Come si evince dal nome, l'approccio basato sull'impatto è maggiormente concentrato sui risultati ambientali e sociali rispetto ad altri approcci ESG standard. Di conseguenza, tali strategie sono spesso accompagnate da relazioni sull'impatto che forniscono agli investitori informazioni chiare sul contributo della strategia o del fondo a risultati specifici, come gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'ONU.

ESG communication with client

Nella comunicazione con i clienti, i professionisti finanziari dovranno informarsi sulle priorità degli investitori e in che misura questi ultimi ricercano un impatto per i loro portafogli rispetto ad un approccio diretto di mitigazione del rischio. Nel considerare le strategie basate sull'impatto, è essenziale valutare la sintonia tra l'obiettivo di un determinato fondo e gli obiettivi e i valori del cliente. Il professionista finanziario potrebbe aver bisogno di esaminare le relazioni sull'impatto, invece del reporting standard di un fondo, per essere in grado di spiegare ai clienti come viene misurato l'impatto dell'investimento.

Conclusioni

La comprensione delle varie opzioni di investimento ESG e la creazione di una base di conoscenze sul modo in cui alcune strategie soddisfano determinati impegni in materia di sostenibilità costituiscono un buon inizio per i professionisti finanziari desiderosi di stringere relazioni più solide con i clienti potenziali e attuali. Le discussioni con i clienti vertono abitualmente sugli obiettivi di orizzonte temporale e di rischio, ma introducendo nella conversazione le nozioni di valori e visione del mondo si inducono gli investitori retail a riflettere sulla propria eredità finanziaria.

I professionisti finanziari in grado di aiutare il cliente a conseguire sia i suoi obiettivi finanziari che ESG avranno una migliore comprensione delle opinioni e delle esigenze dei clienti prima di consigliare una soluzione finanziaria adeguata e personalizzata, costruendo così un rapporto di fiducia. Le strategie di investimento ESG si sono evolute per adeguarsi alle preferenze e ai valori di numerosi investitori. Questa evoluzione offre ai professionisti finanziari la flessibilità necessaria per accedere a un ventaglio di soluzioni ESG e adeguarle alle motivazioni e agli obiettivi dei clienti.

 

L'investimento all'insegna dei fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) o sostenibile considera aspetti che esulano dall'analisi finanziaria tradizionale.Ciò può limitare gli investimenti disponibili e tradursi in performance ed esposizioni diverse da quelle del mercato nel suo complesso, e potenzialmente più concentrate in alcune aree rispetto a quest'ultimo.

La diversificazione non assicura un profitto né elimina il rischio di subire perdite negli investimenti.

 

1 "Global Sustainable Fund Flows: Q2 2021 in Review." Morningstar. Giugno 2021.
2 "Asset Managers and Advisors May Be Overlooking Retail Investors’ Appetite for ESG Investing." Cerulli Associates. Aprile 2021.
3 "Older Americans Stockpiled a Record $35 Trillion. The Time Has Come to Give It Away." The Washington Post. Luglio 2021.
4 "Women’s wealth 2030: Addressing the gender gap." UBS Wealth Management. Marzo 2021.
5 "Women twice as likely as men to favor ESG." Investment News. Aprile 2021.
6 "Nearly One-Third of Financial Advisors See Uptick in Clients Seeking to Discuss ESG Investing Options, ISS Market Intelligence Survey Finds." ISS Market Intelligence. Settembre 2021.

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri soggetti/team di Janus Henderson Investors. Eventuali titoli, fondi, settori e indici citati nel presente articolo non costituiscono né fanno parte di alcuna offerta o invito all'acquisto o alla vendita.

 

Le performance passate non sono indicative dei rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Comunicazione di Marketing.

 

Glossario