Sbalordito dalla resilienza dei mercati, il Portfolio Manager Marc Pinto ci spiega perché ritiene che gli investitori non debbano farsi scoraggiare dall'incremento della volatilità, a fronte di un contesto favorevole per le azioni. Nel frattempo, Darrell Watters, Head of Fundamental Fixed Income degli Stati Uniti, paventa uno scenario difficile per i mercati del credito.

Perché all'inizio del 2018 si è verificato un sell-off che ha interessato tanto l'universo azionario tanto quello del reddito fisso?

Il motivo principale è ascrivibile all'abbandono delle attuali misure di stimolo. La Fed ha ridimensionato il proprio bilancio e aumentato i tassi d'interesse, la Banca Centrale Europea ha annunciato l'intenzione di procedere verso la normalizzazione della politica monetaria e la Bank of Japan ha dato un leggero taglio al programma di acquisto di attività. Nei periodi di incertezza, è naturale che le valutazioni azionarie si adeguino al ribasso via via che la massa di denaro investita si contrae. Il percepire la Fed come esageratamente intransigente è anche alla base del timore che la banca centrale possa inavvertitamente ostacolare l'espansione economica.

Quali driver potrebbero contribuire a spingere al rialzo le azioni americane quest'anno?

I livelli sostenuti di crescita economica, unitamente al continuo miglioramento degli utili societari, potrebbero continuare a spingere al rialzo le quotazioni azionarie. La riforma della fiscalità delle imprese dovrebbe inoltre favorire il flusso di cassa, che potrebbe consentire alle società di mettere in atto piani di rientro dei capitali aggressivi, che prevedono, ad esempio, dividendi più elevati e riacquisti di azioni proprie. Sarebbe inoltre opportuno che il governo statunitense riducesse al minimo le minacce geopolitiche e che la Fed non travalicasse i propri limiti. La volatilità dei mercati ha ormai fatto ritorno, eppure continuiamo a rimanere sbalorditi dalla loro resilienza.

È probabile che l'inflazione aumenti nel resto del 2018?

Vi è la possibilità che l'inflazione aumenti, tuttavia non ci aspettiamo nessuno shock inflazionistico significativo di sorta. I progressi tecnologici, in particolare, dovrebbero contribuire a contenere l'inflazione, poiché aiutano le imprese ad ovviare alle carenze di forza lavoro (assenza di lavoratori validi e qualificati) e ai costi più elevati della manodopera. È improbabile che fattori che potrebbero spingere al rialzo l'inflazione, come il rafforzamento del greggio o delle retribuzioni, abbiano un impatto stratosferico. Il petrolio, ad esempio, oggigiorno costituisce una percentuale ridotta della spesa dei consumatori rispetto a dieci anni fa, quando i prezzi erano allo stesso livello.

In che modo la digitalizzazione, e il suo effetto dirompente per i modelli di business, creano opportunità di investimento nell'universo azionario?

La disintermediazione delle industrie tradizionali sta creando molte opportunità. Ad esempio, il passaggio dal commercio tradizionale all'e-commerce potrebbe consentire agli investitori di sfruttare a loro vantaggio l'evoluzione delle abitudini dei consumatori. Allo stesso modo, a nostro avviso, il continuo passaggio alla tecnologia cloud, che contribuisce a una maggiore efficienza nella gestione delle imprese, offre un potenziale interessante.

A fronte dell'aumento dei tassi, dove è possibile rintracciare opportunità per il reddito fisso?

Quando andiamo a caccia di nuove opportunità, la prima domanda che ci facciamo è se un titolo può offrire o meno un rendimento ragionevolmente positivo, a fronte dell'aumento dei tassi d'interesse, dunque cerchiamo di evitare il rischio di duration. Continuiamo a concentrarci sulle società che, a nostro avviso, vantano una base patrimoniale, un team di gestione e una situazione patrimoniale-finanziaria solidi.

 

Glossario:

Politica monetaria: Gli interventi di una banca centrale volti a controllare il costo dei finanziamenti a breve termine o le dimensioni/tasso di crescita della disponibilità di moneta.

Rischio di duration: la sensibilità di un titolo a reddito fisso (obbligazione) a eventuali variazioni dei tassi d'interesse.

Prospetto della situazione patrimoniale-finanziaria: Prospetto finanziari o che sintetizza le attività e le passività di una società (o di un paese) in un determinato momento storico.

Volatilità: la rapidità e la misura in cui il prezzo di un portafoglio, di un titolo o di un indice aumenta e diminuisce. Se le oscillazioni del prezzo sono ampie, la volatilità è alta. Se le oscillazioni del prezzo sono più lente e di minore portata, la volatilità è più bassa.