PROSPETTIVE REDDITO FISSO

L'analisi trimestrale dei nostri team obbligazionari per aiutare i clienti ad affrontare
i mercati e le opportunità future.

Temi principali, giugno 2020

Leggi le note legali per il video a piè di pagina

Jim Cielinski, Global Head of Fixed Income

In sintesi

  • L'impatto economico esercitato dalla crisi del COVID-19 è stato così grave come avevamo pensato, e per la crescita il T2 sarà probabilmente uno dei trimestri peggiori mai registrati.
  • I mercati tuttavia rispondono al cambiamento, e le possibilità di crescita nel breve termine e di ripresa con l'uscita delle economie dal lockdown, unite a uno stimolo fiscale e monetario aggressivo, sta consentendo ai mercati di disconnettersi apparentemente dall'economia. Senza un'altra chiusura, tuttavia, è comprensibile ciò che comincia ad essere scontato nei prezzi dei mercati.
  • Per chi ha un orizzonte temporale più lungo, se possiamo rimettere in marcia la crescita, potremmo lasciarci questo alle spalle e dire che è stata una delle recessioni più drastiche ma anche più brevi mai registrate.
  • Per approfondire l'argomento, leggi qui avanti le analisi dei nostri team degli investimenti e il recente articolo di Jim "Dopo il virus: un mondo binario" qui.

Trascrizione del video

Salve, sono Jim Cielinski. Abbiamo quasi esaurito i superlativi per descrivere il contesto attuale dell'economia e del mercato.
Ma se ripenso a quando è scoppiata la crisi del COVID-19 nel T1, a quell'epoca avevamo raccomandato agli investitori di concentrarsi su tre interrogativi critici, e ora è utile ritornarci. Uno: quale sarebbe stata la risposta politica; due, la durata prevedibile di questa chiusura; e tre, quanto avrebbe potuto essere grave la chiusura?

Consideriamo innanzitutto la politica: i politici sono andati nel panico, e sono nel panico ancora oggi. Abbiamo assistito a una tripletta della politica, e ciò prelude all'arrivo di incentivi fiscali. Si sono aperti deficit di bilancio enormi, tuttavia sul fronte monetario abbiamo assistito a un QE, un*espansione del bilancio che alla fine di questo periodo sarà superiore a 6 trilioni di dollari. E non vogliamo ripetere ancora che sia una cifra senza precedenti, ma è realmente incredibile. Terzo, infine, i tassi politici dei G7 sono scesi a minimi record. Sono arrivati dappertutto quasi a zero, quando non sono addirittura diventati negativi. I politici hanno così potuto adottare la quarta, e piuttosto magica, iniziativa politica: convincere gli investitori di avere il loro pieno sostegno e che potrebbe anche aumentare, se necessario.

Per quanto riguarda la durata e la gravità, si sono avverate le previsioni più nere. Il T2 sarà un trimestre tremendo, uno dei peggiori mai registrati per la crescita. E per il 2020 sarà sufficiente per affondare la crescita dell'intero anno a -5% o -6% in tutto il mondo. È stato subito un danno davvero doloroso e per questo anche la durata della chiusura è stata sempre così critica. Non può protrarsi troppo a lungo prima di trasformarsi in un danno permanente per l'economia.

Arriviamo così al terzo punto, la durata; secondo me è probabilmente lo sviluppo più positivo. Vediamo uscire le economie dal lockdown, ed è importante. Sul piano tecnico, quindi, se non ci sarà un'altra chiusura la recessione nel secondo trimestre potrebbe cessare e a giugno torneremmo alla crescita. Ma per tornare a dove eravamo un anno fa, ci vorranno almeno un altro anno e mezzo o due anni a partire da oggi. E certi settori potrebbero anche non tornare mai più al punto di prima. Penso quindi che sia importante averlo ben presente.

I mercati, tuttavia, reagiscono al ambiamento
e il solo fatto che la crescita comincerà a riprendersi, secondo me consentirà ai mercati, insieme alla risposta politica, di disconnettersi apparentemente dall'economia.
Durante le recessioni comunque i mercati arrivano sempre al minimo, e quindi saranno sempre le recessioni a segnare la fine dei mercati ribassisti. E i mercati prevedono la svolta, e se si pensa che non ci sarà un'altra chiusura, si può credere in quello che oggi inizia a essere scontato nei prezzi del mercato.

Il rischio reale è una serie di picchi consecutivi, o seconda ondata del virus. Ma una nuova chiusura delle economie, secondo me, è praticamente fuori discussione. E questo per vari motivi. Uno, manca la volontà politica, ma due, manca anche quella dei cittadini. Tre, ritengo che abbiamo imparato molto su come si diffonde il contagio si diffonde, chi è più a rischio e come vanno protette le parti più vulnerabili della popolazione. Ma abbiamo anche fatto progressi notevoli nel tracciamento dei contatti, le cure e e secondo me siamo in grado di fronteggiare meglio le conseguenze,

Ciò che è realmente importante, inoltre, è l'idea che le economie che sono state in un completo lockdown in effetti non hanno realizzato risultati statisticamente molto migliori di quelle che osservano regolarmente
il distanziamento sociale, indossano le mascherine, si lavano le mani regolarmente, per cui sta diventando più evidente, a mio avviso, che vi sono altri modi per controllare il virus oltre alla chiusura di un'intera economia. È questo che consentirà la crescita, anche se questa potrà essere estremamente altalenante, vi sarà una crescita e consentirà di riparare qualche danno subito.

Che cosa significa questo per certi mercati del reddito fisso? Innanzitutto, per quanto riguarda i tassi, le banche centrali non vogliono che salgano. Gli acquisti che stanno facendo nel mercato obbligazionario sono sufficienti per impedire probabilmente che ciò avvenga in tempi molto rapidi. Ritengo che la regressione finanziaria realizzata con tassi sia di breve termine che di lungo termine realmente bassi sia quello che vogliono mantenere in atto.

Sul fronte del credito, abbiamo visto un ritorno della liquidità e torneremo presumibilmente a vederlo anche in futuro, poiché le società hanno un forte debito in bilancio e ora passeranno al term out e alla sua riduzione. E con un term out del debito, stanno eliminando il rischio di liquidità che potrebbe derivare da scadenze a breve termine durante una seconda ondata, per esempio. Attualmente hanno anche un'ultima spiaggia nei prestiti delle banche centrali, che in effetti stanno acquistando e finanziando le società. Mettendo insieme tutto questo, vedo un'economia ancora difficile, nella quale si verificheranno certi default. È indubbio che li vedremo aumentare. Ma per chi non andrà in default, si assisterà probabilmente a una tendenza all'eliminazione del debito, e quando ciò avviene con un sostegno della liquidità, secondo me questo contesto è favorevole per le società, che riusciranno ad andare bene anche mentre la ripresa è discontinua e molto lenta.

Ipoteche e attività hanno fornito garanzie che non hanno protetto uniformemente tutte le parti del mercato. Ma, ancora una volta, vi è stata una rapida ripresa nei settori più sensibili ai tassi d'interesse, per esempio le abitazioni, e ciò ritengo che dovrebbe essere sufficiente per recuperare in gran parte di tali segmenti del mercato. Secondo me quindi i tassi negativi o realmente molto bassi in questo contesto forniscono un ulteriore impulso
agli investitori per cercare rendimento con una certa sicurezza. E una loro combinazione significa che certi titoli non di Stato, soprattutto di qualità superiore, dovrebbero essere molto richiesti ma anche ben protetti dai politici.

Lo ripeto, non siamo ancora al sicuro. Vi è un notevole rischio di diffusione del virus o di dover chiudere certi componenti dell'economia. Ritengo che il rischio sia diminuito rispetto al passato, poiché è improbabile che chiuderemo l'intera economia. Ma per chi ha un orizzonte temporale più lungo, se possiamo rimettere in marcia la crescita, è possibile lasciarsi questo alle spalle e dire che è stata una delle recessioni più drastiche ma anche più brevi mai registrate.

Grazie.

 

Quantitative Easing (QE) è una politica monetaria governativa utilizzata all'occasione per irrobustire l'offerta di denaro con l'acquisto di titoli di Stato o altri titoli nei mercati.

Il Gruppo dei Sette (G7) è un organismo economico intergovernativo composto da Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti d'America.

Term Out La ricapitalizzazione del debito di breve termine in debito di lungo termine nel bilancio di una società e/o l'estensione del profilo di scadenza del debito di un debitore durante il rifinanziamento.

Titolo garantito da ipoteca (mortgage-backed security - MBS) A Un titolo garantito da una serie di ipoteche. Gli investitori ricevono pagamenti periodici derivati dalle ipoteche sottostanti, analoghi a cedole. Analogo a un titolo garantito da attività.

Titolo garantito da attività (asset-backed security - ABS) A financial security Un titolo finanziario garantito da attività quali prestiti, finanziamenti di carte di credito o leasing. Offrono agli investitori l'opportunità di investire in un'ampia varietà di attività che generano reddito.

Le opinioni e le analisi illustrate sono valide alla data di pubblicazione. Hanno scopo unicamente informativo e non devono essere usate o interpretate come una consulenza fiscale, legale o d'investimento né come un'offerta di vendita, una sollecitazione di un'offerta d'acquisto o una raccomandazione d'acquisto, vendita o detenzione di alcun titolo, strategia d'investimento o segmento di mercato. Nessuna parte del presente materiale deve essere considerata una fornitura diretta o indiretta di servizi di gestione degli investimenti specifici per le esigenze di un determinato cliente. Le opinioni e gli esempi sono riportati a titolo di illustrazione di temi più ampi, non sono indicativi di intenzioni di trading e possono cambiare in qualsiasi momento. Non si intende suggerire, in modo implicito o esplicito, che le illustrazioni o gli esempi forniti siano mai stati detenuti in alcun portafoglio. Le previsioni non possono essere garantite e non si garantisce che le informazioni fornite siano complete o tempestive, né si offrono garanzie in merito ai risultati ottenuti tramite il loro utilizzo. Nella preparazione del presente documento Janus Henderson Investors ha reputato ragionevole fare assegnamento sull'accuratezza e completezza di tutte le informazioni pubblicamente disponibili. I rendimenti passati non sono garanzia dei risultati futuri. L'investimento comporta dei rischi, fra i quali la possibile perdita del capitale e la fluttuazione del valore.

Non tutti i prodotti o servizi sono disponibili in tutte le giurisdizioni. La distribuzione di questo materiale o le informazioni in esso contenute possono essere limitate per legge e non possono essere utilizzate in qualsiasi giurisdizione o in circostanze nelle quali il loro utilizzo è vietato per legge. I contenuti di questo materiale non sono stati approvati o avallati da qualsiasi agenzia di regolamentazione. Janus Henderson non è responsabile di alcuna distribuzione vietata per legge di questo materiale a terzi, completa o parziale, o delle informazioni ricavate da questo materiale.

Questo materiale non può essere riprodotto, del tutto o in parte, in qualsiasi forma, né va fatto riferimento ad esso in qualsiasi altra pubblicazione senza un esplicito permesso scritto. Le conversazioni telefoniche potrebbero essere registrate a scopo di reciproca tutela, per migliorare il servizio offerto ai clienti e per finalità normative di conservazione della documentazione.

Pubblicato in Europa da Janus Henderson Investors. Janus Henderson Investors è la denominazione con cui sono forniti prodotti d'investimento e servizi da Janus Capital International Limited (reg. n. 3594615), Henderson Global Investors  Limited (reg. n. 906355), Henderson Investment Funds Limited (reg. n. 2678531), AlphaGen Capital  Limited (reg. n. 962757), Henderson Equity Partners Limited (reg. n.2606646), (tutti registrati in Inghilterra e nel Galles al 201 Bishopsgate, London EC2M 3AE e regolamentati dalla Financial  Conduct Authority) e Henderson Management S.A. (reg. n. B22848. 2 Rue de Bitbourg, L-1273, Luxembourg e regolamentata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier).

I servizi di consulenza negli Stati Uniti sono forniti da consulenti d'investimento registrati presso la SEC che sono società controllate di Janus Henderson Group plc. In Canada sono offerti prodotti e servizi tramite Janus Capital Management LLC solo a investitori istituzionali in alcune giurisdizioni.

Pubblicato (a) a Singapore da Janus Henderson Investors (Singapore) Limited, autorizzata e regolamentata dall'Autorità monetaria di Singapore. Janus Henderson Investors (Singapore) Limited Company, numero di registrazione 199700782N. La presente pubblicità o pubblicazione non è stata esaminata dall'Autorità monetaria di Singapore. (b) a Hong Kong da Janus Henderson Investors Hong Kong Limited, autorizzata e regolamentata dalla Securities and Futures Commission, (c) a Taiwan R.D.C. da Janus Henderson Investors Taiwan Limited (amministrata in modo indipendente), autorizzata e regolamentata dalla Financial Supervisory Commission R.O.C. Suite 45 A-1, Taipei 101 Tower, No. 7, Sec. 5, Xin Yi Road, Taipei (110). Telefono: (02) 8101-1001. Licenza SICE approvata numero 023, emessa nel 2018 dalla Financial Supervisory Commission, (d) in Giappone da Janus Henderson Investors (Japan) Limited, società regolamentata dalla Financial Services Agency e registrata come Financial Instruments Firm che svolge Investment Management Business, Investment Advisory e Agency Business e Type II Financial Instruments Business, e) in Australia da Janus Henderson Investors (Australia) Limited ABN 47 124 279 518 e dai suoi organismi collegati, tra cui Janus Henderson Investors (Australia) Institutional Funds Management Limited (ABN 16 165 119 531, AFSL 444266) e Janus Henderson Investors (Australia) Funds Management Limited ABN 43 164 177 244, AFSL 444268 (f) in Medio Oriente da Janus Capital International Limited, società regolamentata dalla Dubai Financial Services Authority quale Representative Office. Non saranno effettuate transazioni in Medio Oriente, per qualsiasi informazione in merito si prega di contattare Janus Henderson.

Il presente materiale non deve essere riprodotto o distribuito a soggetti diversi dal destinatario. Janus Henderson, Janus, Henderson, Perkins, Intech, Alphagen, Knowledge Shared, Knowledge. Shared e Knowledge Labs sono marchi commerciali di Janus Henderson Group plc o di una delle sue società controllate. © Janus Henderson Group plc.

C-0520-30940 05-15-21

Chiusura della trascrizione

Analisi dei nostro team globali

OBBLIGAZIONI GLOBALI

Nick Maroutsos, Co-Head of Global Bonds, afferma che anche senza i tassi d'interesse negativi i portafogli obbligazionari devono impegnarsi maggiormente per realizzare i risultati auspicati.

PUNTARE SUL REDDITO FISSO USA

Greg Wilensky, Head of U.S. Fixed Income, discute dell'importanza di identificare e diversificare i fattori di rischio nei portafogli obbligazionari.

CREDITO CORPORATE

John Lloyd e Tim Winstone, gestori del portafoglio di credito, sostengono che i mercati sono ossessionati dall'espansione nel breve termine dei livelli di debito´, mentre un approfondimento dei fondamentali del credito mostra un quadro più sfumato.

Le nostre capacità nel reddito fisso

Janus Henderson Fixed Income offre soluzioni per una gestione patrimoniale attiva che aiutano i nostri clienti a realizzare i loro obiettivi di investimento. Negli ultimi quarant’anni, i nostri team degli investimenti globali hanno sviluppato un’ampia gamma di soluzioni con prodotti adatti alle diverse e mutevoli esigenze dei nostri clienti. Dagli investimenti in portafogli core e multi-settoriali ai mandati settoriali globali più specializzati, offriamo tecniche innovative e differenziate appositamente studiate per aiutare i nostri clienti a orientarsi in qualsiasi ciclo economico. Le competenze di questi team sono accessibili attraverso strategie individuali o combinate che offrono soluzioni miste personalizzate.

Mentre la condivisione di conoscenze tra team e regioni incoraggia la collaborazione e il dibattito su idee d'investimento, ciascun team mantiene un livello definito di flessibilità nell'ambito di una costruzione disciplinata. I nostri processi di costruzione del portafoglio sono governati da un quadro di gestione del rischio rigoroso, con l'intento di fornire rendimenti corretti per il rischio più robusti. Inoltre siamo convinti che la trasparenza sia il fondamento di una partnership reale con il cliente; cerchiamo di guadagnarci e mantenere la fiducia dei nostri clienti offrendo processi d'investimento robusti e ripetibili, oltre ad approfondimenti di prima mano dei nostri professionisti dell'investimento.

Fixed Income Teams Org Chart

Giugno 2020

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri soggetti/team di Janus Henderson Investors. Eventuali titoli, fondi, settori e indici citati nel presente articolo non costituiscono né fanno parte di alcuna offerta o invito all'acquisto o alla vendita.

 

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Ai soli fini promozionali.

 

Glossario