Outlook 2017: Il mercato azionario cinese

08/12/2016

Scaricare

​Quali sono gli insegnamenti del 2016?


Il Partito Comunista continua ad abbinare la necessità di crescita, riforme e deleveraging con la gestione del ciclo economico a livello micro. Ai vertici del Partito Comunista infuria certamente il dibattito, a porte chiuse e tra diverse ideologie. Abbiamo imparato che le posizioni degli investitori in azioni cinesi sono piuttosto contenute, considerato che molti clienti si sono sorpresi di fronte alla capacità di resistere dell’economia e dei mercati azionari cinesi nel corso dell’anno.

Quali sono i temi principali che plasmeranno i mercati in cui investirete nel 2017?

Nel quarto trimestre del 2016, la sessione plenaria del Partito Comunista contrassegnerà la fine del primo mandato quinquennale del Presidente Xi e l’inizio del suo secondo e ultimo mandato quinquennale.  Di conseguenza, per buona parte del 2017 si faranno previsioni sul futuro politico e sulla prossima generazione di leader del Partito che entreranno a far parte del Comitato permanente del Politburo a novembre 2017. A quel punto capiremo l’effettiva influenza del Presidente Xi sul partito e sull’economia.

Proseguirà dunque il confronto tra le azioni growth costose, esposte all’andamento nelle “nuove economie” in Cina, e le azioni value della “vecchia economia”. Crediamo che i portafogli cinesi continueranno a scovare interessanti fonti di valore nei mercati locali A-share, mentre gli investitori inizieranno a rendersi conto che le azioni bancarie sono “trappole di valore” da evitare.

A livello macroeconomico dobbiamo monitorare il mercato immobiliare, che sembra vicino a una bolla, e la valuta cinese che probabilmente continuerà a svalutarsi rispetto al dollaro americano. Gli investitori potrebbero entrare (nuovamente) nel panico se riterranno che il Partito Comunista non sia in grado di gestire una svalutazione graduale.

Quali sono le vostre posizioni più convincenti in vista del nuovo anno?

Investiamo in una combinazione di azioni growth di alta qualità esposte alle tendenze a lungo termine, come Internet mobile e assicurazione sulla vita, tra cui Alibaba, Tencent, NetEase e AIA Group. Investiamo anche in azioni value più cicliche dove il ROE (return on equity) ha probabilmente toccato il fondo e inizierà dunque a migliorare, come in Daqin Railway. Le prospettive ci sembrano meno ottimiste per le azioni del settore automobilistico, ma rimangono positive per il partner della joint venture con BMW Brilliance China e per Nexteer (sistemi sterzanti).

Cosa dovrebbero aspettarsi gli investitori da questa asset class e dai vostri portafogli in futuro?

Questa asset class registrerà certamente più volatilità, pertanto è difficile fare previsioni. Ma crediamo che i nostri portafogli con una posizione decisamente sottopesata nei finanziari, senza banche, abbiano le potenzialità di realizzare buone performance. Anche l’orientamento verso le società migliori con flussi di cassa robusti sembra adeguato in un’economia che si barcamena alla meno peggio, come è avvenuto negli ultimi anni.

La logica di investimento nel mercato azionario cinese non è sempre facile da valutare, tuttavia speriamo che gli investitori inizino a riconoscere le opportunità disponibili a livello dei singoli titoli nonostante le sfide macroeconomiche.
 

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri soggetti/team di Janus Henderson Investors. Eventuali titoli, fondi, settori e indici citati nel presente articolo non costituiscono né fanno parte di alcuna offerta o invito all'acquisto o alla vendita.

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

Ai soli fini promozionali.

Azione

Messaggio importante