Per investitori privati in Italia

Meno volatilità attesa nel 2021, ma l’incertezza rimane

Il Co-Responsabile delle azioni George Maris fa una panoramica delle incertezze a cui dovranno far fronte gli investitori il prossimo anno, pur in presenza di una volatilità inferiore rispetto ai livelli estremi del 2020.

In sintesi

  • Probabilmente nel 2021 non rivedremo i livelli estremi di volatilità che hanno caratterizzato il mercato nel 2020, tuttavia gli investitori dovranno affrontare ancora molte incertezze.
  • Per trainare i mercati azionari occorrerà anzitutto domare la pandemia, solo così le aziende inizieranno a ricostituire le scorte e riprenderanno a operare a pieno ritmo.
  • Negli ultimi 12 mesi la COVID-19 ha innescato molti cambiamenti comportamentali. Vi saranno quindi nuove opportunità - e nuovi rischi - a seconda di quali trend persisteranno e di come il mondo si adeguerà alla nuova realtà.
George P. Maris, CFA

George P. Maris, CFA

Co-Head of Equities - Americas | Gestore di portafoglio


5 gen 2021

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri soggetti/team di Janus Henderson Investors. Eventuali titoli, fondi, settori e indici citati nel presente articolo non costituiscono né fanno parte di alcuna offerta o invito all'acquisto o alla vendita.

 

Le performance passate non sono indicative dei rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Comunicazione di Marketing.

 

Glossario

 

 

 

 

George P. Maris, CFA

George P. Maris, CFA

Co-Head of Equities - Americas | Gestore di portafoglio


5 gen 2021