Si prega di assicurarsi che Javascript sia abilitato ai fini dell'accessibilità al sito web. I titoli del settore sanitario sono pronti per una nuova crescita - Janus Henderson Investors
Per investitori privati in Italia

I titoli del settore sanitario sono pronti per una nuova crescita

Pur avendo sottoperformato il mercato azionario finora nel 2023, il settore sanitario presenta prospettive a lungo termine quanto mai solide, affermano i gestori di portafoglio Andy Acker e Dan Lyons.

Andy Acker, CFA

Andy Acker, CFA

Portfolio Manager


Daniel Lyons, PhD, CFA

Daniel Lyons, PhD, CFA

Portfolio Manager | Research Analyst


12 ottobre 2023
1 min di visione

In sintesi

  • I titoli difensivi di questo segmento hanno perso il favore degli investitori quest'anno, ma la situazione potrebbe cambiare con l'aumento dei tassi di interesse che continua a influenzare l'economia, rallentando potenzialmente la crescita.
  • I titoli della salute quotano a livelli inferiori alla media di mercato, pertanto le valutazioni interessanti potrebbero incrementare il potenziale di rendimento a lungo termine del settore.
  • Ma le proprietà difensive non sono l'unica attrattiva. Anche l'innovazione sta accelerando e potrebbe stimolare l'attività di fusioni e acquisizioni nel breve termine, e la crescita negli anni a venire.

INFORMAZIONI IMPORTANTI

Le attività del settore sanitario sono fortemente regolamentate ed esposte ai tassi di rimborso, nonché all'approvazione governativa dei prodotti e servizi, tutti fattori in grado di incidere in misura sostanziale sui prezzi e la disponibilità; inoltre, possono subire gli effetti dell'obsolescenza rapida e della scadenza dei brevetti.

Andy Acker: Salve, sono Andy Acker, Gestore di portafoglio di Janus Henderson.

Dan Lyons: Sono Dan Lyons. Anch'io sono un Gestore di portafoglio presso Janus Henderson.

Acker: Siamo qui per darvi un rapido aggiornamento sul settore sanitario.

Riteniamo che questo sia un momento interessante per investire nel settore sanitario. Di solito dopo un periodo di sottoperformance gli investitori perdono interesse. Ma, dal nostro punto di vista, è proprio questo il momento in cui dovrebbero essere più interessati.

Finora, quest'anno, c'è stata molta eccitazione per la tecnologia, in particolare l'AI. E all'inizio dell'anno l'aspettativa era che avremmo dovuto affrontare una recessione. Ora invece l'attesa è più orientata verso un atterraggio morbido. Abbiamo visto l'inflazione scendere.

D'altra parte, riteniamo che questi rischi permangano. E dobbiamo tenere presente che ci vorrà ancora tempo perché tutta la contrazione monetaria che è stata messa in atto produca effetti concreti. Quindi, pensiamo che, man mano che le conseguenze si fanno sentire nell'economia, potremmo ancora assistere a un drastico rallentamento economico e forse anche a una recessione, soprattutto all'ingresso nel 2024. È a questo punto che, a mio avviso, le caratteristiche difensive del settore sanitario balzeranno in primo piano e saranno più apprezzate.

Allo stesso tempo, le valutazioni in quest'area presentano sconti significativi rispetto al mercato in generale, mentre storicamente i titoli vengono scambiati a premio in virtù della crescita per natura durevole del settore.

E poi, infine, c'è questa ondata di innovazione con una rivoluzione nella biologia che sta portando alla nascita di così tanti nuovi prodotti. Siamo convinti che quello in corso sarà un anno record per i nuovi prodotti: potrebbero arrivarne sul mercato ben 80. E questo sta generando un vero e proprio ciclo di novità nell'assistenza sanitaria che, secondo noi, potrebbe trainare la crescita non solo per i prossimi anni, ma nel prossimo decennio o anche più a lungo.

Lyons: Da inizio anno abbiamo visto una decina abbondante di acquisizioni nel settore. Osserviamo inoltre che le grandi aziende farmaceutiche hanno enorme bisogno di ricostituire le pipeline, motivo per cui si stanno guardando intorno per acquisire aziende davvero innovative in questo spazio, e ci aspettiamo che questo fenomeno si intensificherà da qui in avanti. Ho visto stime che indicano una disponibilità di liquidi per circa 600 miliardi di dollari da destinare all'attività di M&A [fusioni e acquisizioni]. E pensiamo che anche questo sarà un importante motore di interesse per il settore.

Acker: Quindi, vediamo una confluenza tra un punto d'ingresso interessante, il potenziale rallentamento dell'economia e l'alta innovazione, tutti fattori che creano condizioni molto interessanti per considerare questo settore.

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri individui/team di Janus Henderson Investors. I riferimenti a singoli titoli non costituiscono una raccomandazione all'acquisto, alla vendita o alla detenzione di un titolo, di una strategia d'investimento o di un settore di mercato e non devono essere considerati redditizi. Janus Henderson Investors, le sue affiliate o i suoi dipendenti possono avere un’esposizione nei titoli citati.

 

Le performance passate non sono indicative dei rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Comunicazione di Marketing.

 

Glossario

 

 

 

 

Andy Acker, CFA

Andy Acker, CFA

Portfolio Manager


Daniel Lyons, PhD, CFA

Daniel Lyons, PhD, CFA

Portfolio Manager | Research Analyst


12 ottobre 2023
1 min di visione

In sintesi

  • I titoli difensivi di questo segmento hanno perso il favore degli investitori quest'anno, ma la situazione potrebbe cambiare con l'aumento dei tassi di interesse che continua a influenzare l'economia, rallentando potenzialmente la crescita.
  • I titoli della salute quotano a livelli inferiori alla media di mercato, pertanto le valutazioni interessanti potrebbero incrementare il potenziale di rendimento a lungo termine del settore.
  • Ma le proprietà difensive non sono l'unica attrattiva. Anche l'innovazione sta accelerando e potrebbe stimolare l'attività di fusioni e acquisizioni nel breve termine, e la crescita negli anni a venire.