Si prega di assicurarsi che Javascript sia abilitato ai fini dell'accessibilità al sito web. Orientarsi tra "chi può" e chi no nel settore biotech
Per investitori privati in Italia

Orientarsi tra "chi può" e chi no nel settore biotech

Il crescente divario nella performance tra le aziende con dati clinici positivi e quelle che ne sono prive sta creando opportunità di stock picking, affermano il Gestore di portafoglio Andy Acker e Dan Lyons.

Andy Acker, CFA

Andy Acker, CFA

Portfolio Manager


Daniel Lyons, PhD, CFA

Daniel Lyons, PhD, CFA

Portfolio Manager | Research Analyst


17 ottobre 2023
2 min di visione

In sintesi

  • Sebbene la disparità tra i titoli biotecnologici vincenti e quelli perdenti sia spesso tra le più ampie di qualsiasi settore, l'aumento dei tassi di interesse e condizioni più rigide nei mercati dei capitali hanno ampliato il divario.
  • Molte aziende "perdenti" stanno fallendo o la loro quotazione pubblica è stata rilevata da un'azienda privata in una transazione nota come fusione inversa.
  • A nostro avviso, questo processo di razionalizzazione del settore crea un ambiente adatto per la selezione dei titoli.

Andy Acker: La biotecnologia viene sempre vista come un monolite. Ma parliamo di settore sanitario che presenta la più grande disparità tra vincitori e vinti. Nel settore biotech, la situazione è ancora più estrema. In un anno qualsiasi dell'ultimo decennio, la differenza tra i vincitori e i vinti è di diciassette volte. Quindi, i titoli biotech nella top 5 quadruplicheranno le loro valutazioni quasi ogni anno, mentre i cinque titoli inferiori perderanno quasi l'80% del loro valore.

È fondamentale identificare i trend innovativi che interessano il settore. Questi titoli possono potenzialmente fare bene, anche se il mercato biotecnologico complessivo non sta salendo.

Dan Lyons: Quello che abbiamo visto nel settore è davvero una divergenza tra chi può e chi non può. Ma tra le aziende che hanno presentato dati veramente innovativi, sono in grado di controllare il proprio destino. Anche in un contesto di tassi in aumento, sono state in grado di raccogliere quantità sostanziali di capitale e di portare avanti i loro programmi da sole, il che le mette anche in condizioni negoziali favorevoli in caso di potenziali operazioni M&A.

Al contrario, abbiamo visto che le aziende che non hanno nulla da offrire, con dati deludenti, o bilanci mediocri, o con un'eccessiva quantità di opex [spese operative], sono davvero difficoltà in questo contesto. E ci sono molte società nell'indice che devono essere ripulite. Le chiamiamo aziende zombie che forse hanno ancora un po' di denaro, ma non molto altro. E stiamo assistendo a molte "fusioni inverse" tra promettenti società private che arrivano sul mercato attraverso questo canale.

 

INFORMAZIONI IMPORTANTI

Le attività del settore sanitario sono fortemente regolamentate ed esposte ai tassi di rimborso, nonché all'approvazione governativa dei prodotti e servizi, tutti fattori in grado di incidere in misura sostanziale sui prezzi e la disponibilità; inoltre, possono subire gli effetti dell'obsolescenza rapida e della scadenza dei brevetti.

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri individui/team di Janus Henderson Investors. I riferimenti a singoli titoli non costituiscono una raccomandazione all'acquisto, alla vendita o alla detenzione di un titolo, di una strategia d'investimento o di un settore di mercato e non devono essere considerati redditizi. Janus Henderson Investors, le sue affiliate o i suoi dipendenti possono avere un’esposizione nei titoli citati.

 

Le performance passate non sono indicative dei rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Comunicazione di Marketing.

 

Glossario

 

 

 

 

Andy Acker, CFA

Andy Acker, CFA

Portfolio Manager


Daniel Lyons, PhD, CFA

Daniel Lyons, PhD, CFA

Portfolio Manager | Research Analyst


17 ottobre 2023
2 min di visione

In sintesi

  • Sebbene la disparità tra i titoli biotecnologici vincenti e quelli perdenti sia spesso tra le più ampie di qualsiasi settore, l'aumento dei tassi di interesse e condizioni più rigide nei mercati dei capitali hanno ampliato il divario.
  • Molte aziende "perdenti" stanno fallendo o la loro quotazione pubblica è stata rilevata da un'azienda privata in una transazione nota come fusione inversa.
  • A nostro avviso, questo processo di razionalizzazione del settore crea un ambiente adatto per la selezione dei titoli.