Per investitori privati in Italia

EU ESG

Janus Henderson Horizon Sustainable Future Technologies Fund

Il prodotto finanziario (ossia il Comparto) si prefigge come obiettivo l'investimento sostenibile, in conformità con l’Articolo 9 del Regolamento sulla trasparenza.

Il Comparto si prefigge di generare una crescita del capitale nel lungo termine tramite l’investimento in società esposte alla tecnologia, che contribuiscono allo sviluppo di un’economia globale sostenibile.

Il Gestore degli investimenti si avvale di un quadro tematico che integra obiettivi di carattere ambientale e sociale in tutte le fasi del processo di investimento. L'universo di investimento del Comparto è determinato tramite l'applicazione di criteri di screening positivi basati sui temi di investimento per le tecnologie sostenibili da parte del Gestore degli investimenti.

Gli obiettivi ambientali prevedono un focus sulle tecnologie che consentono la transizione a un'economia a basse emissioni di carbonio, come le tecnologie per l’energia pulita, i trasporti sostenibili, l’ottimizzazione di risorse e produttività, le smart city e le infrastrutture a basse emissioni di carbonio. Gli obiettivi sociali prevedono un focus sulle tecnologie che investono nel capitale umano e favoriscono l’accesso a una gamma di servizi a sostegno della salute, dell’inclusione e del benessere, come tecnologie per la sanità, democratizzazione digitale e sicurezza dei dati. Per ulteriori informazioni sui temi di investimento si rimanda ai Principi di investimento consultabili sul sito: www.janushenderson.com

I dati provengono da un’ampia serie di ricerche specializzate in ambito ESG e analisi interne ed esterne basate su dati di società, di enti e organizzazioni di settore, del mondo accademico, di organizzazioni intergovernative e dati ottenuti tramite le votazioni e le attività di engagement degli stakeholder. Tali dati sono stati integrati nel nostri sistemi e nelle nostre procedure di gestione del rischio e degli investimenti e fanno parte del processo di investimento del Comparto.

Il Comparto si avvale di criteri di screening positivo integrati in tutto il portafoglio per assicurarsi che il Comparto investa in società che conseguono almeno il 50% del reddito attuale o atteso tramite beni e servizi che rientrano nei temi di tecnologie sostenibili del Gestore degli investimenti e che hanno un impatto positivo su società e ambiente, in linea con gli Obiettivi di investimento sostenibile delle Nazioni Unite, che promuovono sei obiettivi ambientali. Inoltre, applica criteri di screening negativo (esclusione) a tutto il portafoglio per assicurarsi che il Comparto non investa in società coinvolte in attività molto dannose per la società o per l'ambiente (talvolta sino a un limite de minimis, come descritto in dettaglio nel documento Principi di investimento). Il Gestore degli investimenti sostiene che lo screening negativo ridurrà l'universo di investimento del Comparto almeno del 20%. I criteri di esclusione eliminazione sono i seguenti:

Persone Ambiente Animali
Produzione di alcolici Produzione di alcolici Estrazione e raffinazione di combustibili fossili Sperimentazione animale*
Armamenti Generazione di energia da combustibili fossili Pellicce
Gioco d'azzardo Sostanze chimiche potenzialmente pericolose Ingegneria genetica
Pornografia Settori controversi Allevamento intensivo
Tabacco Energia nucleare Produzione di carne e prodotti caseari

*Non medica

La ricerca sui fondamentali consente al Gestore degli investimenti di muoversi nell'hype cycle (i diversi stadi dello sviluppo di una tecnologia, dall'ideazione all'adozione su larga scala) delle tecnologie sostenibili e di individuare le società che offrono un contributo positivo in termini ambientali e sociali. Il processo di investimento tiene in considerazione e monitora indicatori climatici e ambientali, nonché tematiche sociali e legate ai dipendenti, nell’ambito del processo di due diligence degli investimenti; viene poi esercitato il diritto di voto, l’engagement attivo e piani di azione che influenzano le decisioni di investimento. Il processo di investimento integra dati qualitativi e quantitativi collegati a fattori di sostenibilità in ogni fase, comprese, a mero titolo esemplificativo, la valutazione del potenziale di utili inatteso, le valutazioni e la gestione del rischio.

Per ulteriori informazioni si rimanda al Prospetto del Comparto.

Principal adverse impacts (PAI)

Il Regolamento sull'informativa di sostenibilità dei servizi finanziari dell'Unione europea (Sustainable Finance Disclosure Regulation, o SFDR) richiede agli operatori del mercato finanziario di prendere una decisione "comply or explain" in merito alla considerazione dei principali impatti negativi (principal adverse impacts, o PAI) delle decisioni di investimento su fattori di sostenibilità conformemente a un regime specifico delineato nella SFDR (il "Regime PAI"). Henderson Management S.A. (“HMSA”) è un membro del gruppo Janus Henderson costituito in Lussemburgo ed è soggetto all'SFDR come operatore del mercato finanziario.

HMSA è favorevole agli obiettivi politici generali del Regime PAI, per migliorare la trasparenza nei confronti dei clienti, degli investitori e del mercato riguardo alle modalità con cui i partecipanti al mercato finanziario integrano la considerazione degli impatti negativi delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità. Tenendo conto delle dimensioni, della natura e della scala delle proprie attività, HMSA ha deciso di non conformarsi al momento attuale al Regime PAI. Ciò nonostante, HMSA intende affermare il suo impegno generale alle considerazioni ESG. Nell'ambito di questo impegno, HMSA gestisce attualmente prodotti classificati secondo l'Articolo 8 o l'Articolo 9 dell'SFDR. Ulteriori informazioni relative all'impegno generale di Janus Henderson nei confronti delle considerazioni ESG sono disponibili anche nella nostra panoramica ESG.

HMSA riesaminerà periodicamente la sua decisione di non conformarsi al Regime PAI.

TOP