6 settembre, Londra e Denver: Janus Henderson Group plc (NYSE: JHG, ASX: JHG) annuncia il lancio del nuovo Janus Henderson Horizon Sustainable Future Technologies Fund, il cui scopo è produrre la crescita del capitale a lungo termine investendo in società che operano nel settore delle tecnologie sostenibili. Il Fondo, che sarà disponibile sotto forma di SICAV, si rivolge principalmente agli investitori wholesale, retail ed istituzionali dei mercati EMEA ed asiatici. Si tratterà di un fondo “dark green” ai sensi dell’Articolo 9 del Regolamento dell’UE relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (SFDR), con un obiettivo d’investimento sostenibile che offre ai clienti una soluzione esclusiva incentrata sulla tecnologia per la crescente domanda del mercato di fondi orientati alla sostenibilità.

I gestori degli investimenti del fondo – Alison Porter, Richard Clode e Graeme Clark – lavorano a Londra e a Edimburgo e assieme vantano settant’anni d’esperienza nel settore degli investimenti. Potranno contare sulla collaborazione di un nuovo gruppo globale in espansione specializzato nelle tematiche ESG, guidato dal responsabile per gli investimenti ESG di Janus Henderson Paul LaCoursiere. Il fondo si avvarrà anche della collaborazione di un gruppo di analisti dedicato (tra cui un analista della sostenibilità) e di quella del gruppo globale di specialisti facenti capo al gruppo allargato Governance & Responsible Investor (GRI), con accesso ad una piattaforma di dati ESG dedicata.

Il gruppo di gestione del fondo vanta importanti credenziali nel campo ambientale e in quello della sostenibilità. Il nuovo fondo sfrutta il successo del Janus Henderson Horizon Global Technology Leaders Fund, con il quale ha in comune il gruppo dei gestori degli investimenti, che a sua volta vanta una lunga serie di successi. Il Janus Henderson Horizon Global Technology Leaders Fund è un fondo “light green” ai sensi dell’Articolo 8 del regolamento SFDR dell’UE.

L’approccio del fondo agli investimenti prevede l’impiego di un sistema tematico positivo per la scelta degli investimenti allineato con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) dell’ONU, e l’ottenimento di almeno il 50% dei ricavi ai temi di tecnologia sostenibile del fondo.[1] L’obiettivo di sostenibilità del Sustainable Future Technologies Fund garantisce una diversificazione e una differenziazione significative rispetto alla tecnologia tradizionale, offrendo esposizione alle società che operano nel campo delle tecnologie emergenti allineate con gli SDG dell’ONU. In questo modo aumenta la disponibilità di soluzioni di sviluppo sostenibile per i clienti.

Richard Clode, Gestore di fondi di Janus Henderson Investors, ha dichiarato: “I clienti si aspettano e chiedono sempre di più ai gestori di ottenere risultati positivi sul versante sociale, ambientale e finanziario. Siamo veramente entusiasti delle potenzialità di questo fondo, che si allontana dalle tecnologie tradizionali e cerca società emergenti che non godono dei favori degli investitori e che soddisfano rigidi criteri di sostenibilità. La tecnologia è in grado di spaziare in tutta la gamma di componenti ESG. Mentre inizialmente la regolamentazione e la classificazione globali erano incentrate sulla sostenibilità ambientale, questo fondo si propone di andare ben oltre e di ampliare i suoi obiettivi tenendo in considerazione aspetti sociali molto più ampi. La portata della tecnologia è illimitata e il settore svolge un ruolo critico ed esclusivo ai fini del raggiungimento degli obiettivi sociali e per contribuire a rendere più democratico l’accesso ai servizi, ridurre le disuguaglianze e migliorare la qualità della vita”.

Ignacio de la Maza, Responsabile di EMEA Intermediary & LATAM , ha osservato: “La crescita dei fondi tecnologici e di quelli incentrati sugli investimenti sostenibili è stata implacabile negli ultimi anni. Questo fondo concentra le competenze tecnologiche di esperti del calibro di Alison, Richard e Graeme in un prodotto mirato più direttamente agli effetti positivi nel campo delle tematiche ESG. Il lancio di questo fondo conferma l’impegno di Janus Henderson a soddisfare le richieste dei clienti e a lavorare per un mondo più sostenibile”.

FINE DEL COMUNICATO

[1] Digital Democratisation, Tech Health, Low Carbon Infrastructure, Data Security, Smart Cities, Sustainable Transport, Resource & Productivity Optimisation and Clean Energy Technology.

Contatti con la stampa
Twister communications group
Adriana Sampietro/ Silvia Tavola
janushednerson@twistergroup.it
02 438114.200

  1. Note per i redattori: Struttura delle commissioni
  Classe A Classe H Classe IU Classe GU
Management fee annua % 1,20% 0,70% 0,85% 0,70%
Indice di spesa corrente (OCF) stimato 1,89% 1,19% 0,95% 0,80%

 

  1. Performance del Janus Henderson Horizon Global Tech Leaders Fund: (I ACC)

Le performance passate non rappresentano una guida alle performance future. Il valore di un investimento e il suo rendimento potrebbero diminuire così come aumentare nel tempo, e potreste non recuperare l’importo originariamente investito.