Per investitori privati in Italia

Tim Winstone, CFA

Portfolio Manager
Tim Winstone, CFA | Janus Henderson Investors

Tim Winstone è Corporate Credit Portfolio Manager presso Janus Henderson Investors, posizione che occupa da quando è entrato in Henderson nel 2015. Tim cogestisce le strategie European Investment Grade, Global Investment Grade, European High Yield e Global High Yield. Prima di Henderson, è stato direttore esecutivo, gestore senior dei portafogli a reddito fisso e membro del team di credito globale di UBS Global Asset Management. Ha iniziato la sua carriera come assistente di portafoglio presso Thesis Asset Management e dal 2004 lavora nel ramo Global Credit.

Tim ha una laurea di primo livello in matematica conseguita presso l’Università di Bristol. È titolare della qualifica di Chartered Financial Analyst e del Certificato di gestione degli investimenti e ha superato i moduli di regolamentazione e compliance previsti dal Diploma CISI. Vanta 18 anni di esperienza nel settore finanziario.

Articoli scritti

Titoli di credito investment in euro: nel 2021 “di meno” significa “di più”

Titoli di credito investment in euro: nel 2021 “di meno” significa “di più”

Tim Winstone, gestore di portafogli di titoli corporate, prevede che nel 2021 le obbligazioni investment grade in euro godranno di una riduzione dell’offerta, delle continue politiche di sostegno e della ripresa economica.

I livelli del debito di breve termine sono un elemento di distrazione?

I livelli del debito di breve termine sono un elemento di distrazione?

John Lloyd e Tim Winstone, gestori del portafoglio di credito, sostengono che i mercati sono ossessionati dall’espansione nel breve termine dei livelli di debito´, mentre un approfondimento dei fondamentali del credito mostra un quadro più sfumato.

Potere di acquisto: supporto tecnico nel segmento investment grade denominato in euro

Potere di acquisto: supporto tecnico nel segmento investment grade denominato in euro

Il Credit Portfolio Manager Tim Winstone ci spiega in che modo i fattori tecnici potranno potenzialmente favorire la domanda di obbligazioni investment grade denominate in euro.