Si prega di assicurarsi che Javascript sia abilitato ai fini dell'accessibilità al sito web. Oltre la tecnologia: prepararsi all'impatto dell'AI su vasta scala - Janus Henderson Investors
Per investitori professionali in Italia

Oltre la tecnologia: esplorare l'impatto più ampio dell'intelligenza artificiale

I gestori di portafoglio Jeremiah Buckley e David Chung esaminano le implicazioni dell'intelligenza artificiale generativa (GenAI) per gli investimenti e spiegano cosa bisogna tenere presente - in tutti i settori - per cogliere le opportunità d'investimento più valide.

Jeremiah Buckley, CFA

Jeremiah Buckley, CFA

Portfolio Manager


David Chung, CFA

David Chung, CFA

Analista | Assistant Portfolio Manager


13 novembre 2023
6 minuti di lettura

In sintesi

  • L'AI rappresenta un potente motore di crescita secolare, con la capacità di generare guadagni di produttività e di efficienza duraturi in tutti i settori.
  • Le aziende leader che hanno risorse da investire nell'AI e dati proprietari per l'addestramento dei modelli sono nella posizione migliore per potenziare le loro attività e ottenere un vantaggio competitivo.
  • Gli investitori devono esaminare attentamente la retorica del management a fronte della realtà, considerare le valutazioni e avere pazienza mentre l'adozione dell'AI e i processi di transizione ridefiniscono il panorama aziendale.

L'AI sta emergendo come una delle tecnologie più trasformative del nostro tempo, con sistemi oggi in grado di svolgere compiti complessi che storicamente richiedevano la cognizione umana. L'AI generativa (GenAI) è diventata mainstream circa un anno fa con il lancio di ChatGPT da parte di OpenAI. La GenAI, che è basata su un modello linguistico di grandi dimensioni (LLM) e progettata per creare contenuti originali a partire da schemi ricavati dai dati di addestramento, rappresenta il modello di AI più potente e facile da usare per i consumatori.

Sebbene la GenAI sia ancora nelle prime fasi di sviluppo, il suo impatto si sta già facendo sentire nell'economia e nei mercati. Le aziende che stanno facilitando la creazione di infrastrutture e piattaforme AI hanno già iniziato a beneficiare della spesa tecnologica in questo campo, ma la portata delle opportunità di investimento sembra destinata ad ampliarsi. Riteniamo che l'AI rappresenti un potente motore di crescita secolare capace di generare guadagni di produttività e di efficienza duraturi in tutti i settori.

Gli attori principali

Quando si valutano le opportunità di investimento legate all'AI, è importante capire chi sono gli attori principali e i rispettivi ruoli, ma anche quando e come possono beneficiare di questa tendenza.

  • I "facilitatori" includono le aziende che forniscono unità di elaborazione grafica (GPU), che consentono l'addestramento e l'inferenza, e i fornitori di servizi cloud, che ospitano le attività intensive di AI sulla loro piattaforma. I facilitatori hanno già registrato una forte domanda e questa tendenza dovrebbe persistere, considerati gli ingenti investimenti tecnologici previsti nei prossimi anni.
  • Anche i "creatori di AI", ossia le aziende che offrono piattaforme, applicazioni software e soluzioni di AI specifiche per un determinato settore, sembrano ben posizionati nel breve termine. Per le aziende di software, l'AI presenta il potenziale di fornire un valore nettamente maggiore ai clienti, e quindi di aumentare i prezzi. Chi dispone di utenti coinvolti, flussi di lavoro consolidati con tali utenti e dati proprietari ha vantaggi notevoli.
  • Gli "utenti dell'AI" - società che utilizzeranno l'AI per distinguere i loro modelli di business - rappresentano un'altra ondata di opportunità di investimento. Secondo OpenAI, ci sono più di due milioni di sviluppatori e oltre il 92% delle società Fortune 500 che costruiscono strumenti di AI basati sui suoi prodotti.1 Con la rapida adozione dell'AI generativa da parte delle aziende e l'addestramento interno dei modelli LLM, la domanda per gli investitori diventa: quanto valore si potrà sbloccare?

Casi d'uso in rapida espansione

Le prime stime suggeriscono che l'AI potrebbe contribuire a una crescita della produttività lavorativa compresa fra lo 0,1% e lo 0,6% su base annua fino al 2040, secondo un recente rapporto McKinsey.2 E le nostre conversazioni con aziende di tutti i settori sottolineano i vantaggi dell'AI in termini di efficienza e produttività. La GenAI ha un'ampia applicabilità per molte imprese e persone grazie alle caratteristiche di versatilità, personalizzazione e accessibilità, e i casi d'uso si stanno espandendo rapidamente oltre il settore tecnologico.

L'assistenza sanitaria è un esempio lampante. L'AI aumenta l'efficienza e riduce i costi attraverso l'accelerazione degli studi clinici e l'automazione dei flussi di lavoro ospedalieri. Nel settore biotecnologico, l'AI potenzia la scoperta di farmaci e la produzione di proteine. Grand View Research prevede un tasso di crescita annuale del 36% della spesa per software, hardware e servizi AI nel settore sanitario tra il 2023 e il 2030.3

Nell'industria agroalimentare, un produttore leader di attrezzature impiega già l'AI per ottimizzare la protezione delle colture e il posizionamento delle sementi, con conseguenti risparmi per gli agricoltori. Gli ultimi modelli di alcune macchine agricole ora sono dotati di sensori e telecamere che si abbinano all'intelligenza artificiale per aiutare a minimizzare lo spreco di sostanze chimiche, ridurre l'impatto ambientale e massimizzare la resa dei raccolti.

Esempi di casi d'uso dell'AI

Con la rapida diffusione della GenAI, si possono trovare casi d'uso nella sanità, nell'agricoltura e oltre.

PROBLEMA SOLUZIONE
Documenti legali Per creare documenti legali standard si può usare facilmente l'AI, anziché rivolgersi a costosi avvocati
Contabilità L'AI può svolgere funzioni contabili complesse in meno tempo e con meno errori
Contenuti creativi La suite Adobe Firefly incorpora l'intelligenza artificiale in Creative Cloud, Document Cloud, Experience Cloud e altri flussi di lavoro
Codifica Microsoft GitHub Copilot-X utilizza un'interfaccia di chat per aiutare gli utenti a generare codice
Marketing Jasper AI produce blog, post per i social media, testi per il web, e-mail di vendita, annunci pubblicitari e altri contenuti rivolti ai clienti
Centri di contatto Risposte automatiche del chatbot che liberano risorse critiche nei centri di contatto
Settore sanitario L'AI potrebbe essere utilizzata nei Paesi emergenti o nelle aree rurali, dove i medici scarseggiano, per aiutare i pazienti a fare un'autodiagnosi in caso di problemi
Scoperta di farmaci Modelli di intelligenza artificiale per analizzare agenti patogeni, proteine e biomolecole, che accelerano la diffusione dei farmaci e le cure correlate

Identificare i venti di coda

L'evoluzione dell'AI sarà probabilmente disomogenea e prevediamo che ci vorrà del tempo prima che emergano gli attori "vincenti" e "perdenti", nonostante le recenti reazioni del mercato. A nostro avviso, l'attenzione oggi dovrebbe concentrarsi sul tentativo di identificare gli innovatori che stanno sfruttando le spinte dell'AI per cogliere le opportunità future ed evitare l'effetto dirompente sui loro modelli di business attuali.

Quindi, dove può offrire una spinta l'AI? Riteniamo che le aziende leader di settore con risorse da investire nell'AI e dati proprietari per addestrare i modelli siano nella posizione migliore per potenziare le loro operazioni e ottenere un vantaggio competitivo nel tempo. È la combinazione di scala e dati che consentirà loro di addestrare i modelli di AI in modo efficace.

Ovviamente lo sviluppo di queste capacità può comportare costi significativi. Per questo siamo convinti che anche le aziende pronte a imboccare la strada di una partnership per adottare rapidamente l'AI e ampliare la distanza dagli inseguitori possano ottenere un vantaggio nella fase iniziale.

Navigare con cautela

L'AI oggi è una parola magica nei team dirigenti, ed è importante stabilire che alla retorica corrisponda l'azione quando si valutano le nuove iniziative di un'azienda. Le società che innovano e investono costantemente in R&D - già prima dell'hype per l'AI - hanno maggiore credibilità e saranno in una posizione migliore per sfruttare appieno i loro investimenti, rispetto a quelle che puntano all'AI senza una storia di innovazione alle spalle.

Inoltre, gli investitori devono prestare attenzione alle valutazioni eccessive. Molto semplicemente, alcuni titoli hanno fatto il passo più lungo della gamba. Nel 2023 un gran numero di aziende ha visto un'espansione dei multipli basata sul presupposto che l'AI stimolerà una crescita significativa degli utili in futuro. La nostra attenzione è rivolta a valutare se questi multipli più alti siano giustificati e a stabilire se questi guadagni effettivamente si concretizzeranno.

Al contrario, certe aziende potrebbero essere eccessivamente scontate a causa dell'impatto negativo previsto dell'AI su un particolare modello di business. Ciò offre opportunità di investimento contrarian fra i titoli penalizzati da una percezione errata del mercato. Le aziende leader, comprese quelle del settore dei servizi, possono adottare l'AI per incrementare la produttività e accelerare la crescita dei ricavi, non solo per sostituire i lavoratori.

Viaggio a lungo termine

La GenAI è ancora agli albori, ma sta progredendo molto rapidamente e permeando praticamente tutti i settori dell'economia. È essenziale capire che il viaggio nell'AI è a lungo termine e può essere caratterizzato da periodi irregolari di adozione e transizione prima che si concretizzino guadagni di produttività significativi.

Detto questo, aziende attive in diversi settori stanno investendo molto nell'AI, con il potenziale di ampliare i loro vantaggi competitivi. A nostro avviso, quelle che operano su scala più vasta, con risorse da investire e dati proprietari da raccogliere, probabilmente beneficeranno di venti a favore. Queste società dovrebbero essere ben posizionate per emergere come attori vincenti a lungo termine in questo panorama in evoluzione.

 

INFORMAZIONI IMPORTANTI

I settori tecnologici possono essere influenzati in modo significativo dall'obsolescenza della tecnologia esistente, dai cicli brevi dei prodotti, dal calo dei prezzi e dei profitti, dalla concorrenza di nuovi operatori sul mercato e dalle condizioni economiche generali. Un investimento concentrato in un singolo settore potrebbe essere più volatile rispetto alla performance di investimenti meno concentrati e del mercato nel suo complesso.

1 “OpenAI unveils ambitions to compete more directly with Big Tech.” Washington Post, 6 novembre 2023.

2 “The economic potential of generative AI: The next productivity frontier.” McKinsey, giugno 2023.

3 “Artificial Intelligence In Healthcare Market Size, Share, And Trends Report.” Grand View Research, 2023.

Queste sono le opinioni dell'autore al momento della pubblicazione e possono differire da quelle di altri individui/team di Janus Henderson Investors. I riferimenti a singoli titoli non costituiscono una raccomandazione all'acquisto, alla vendita o alla detenzione di un titolo, di una strategia d'investimento o di un settore di mercato e non devono essere considerati redditizi. Janus Henderson Investors, le sue affiliate o i suoi dipendenti possono avere un’esposizione nei titoli citati.

 

Le performance passate non sono indicative dei rendimenti futuri. Tutti i dati dei rendimenti includono sia il reddito che le plusvalenze o le eventuali perdite ma sono al lordo dei costi delle commissioni dovuti al momento dell'emissione.

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere intese come una guida all'investimento.

 

Comunicazione di Marketing.

 

Glossario

 

 

 

 

Informazioni importanti

Si prega di leggere attentamente le seguenti informazioni sui fondi citati in questo articolo.

Tutti i contenuti del presente documento hanno solo scopo informativo o di utilizzo generale e non riguardano nello specifico i requisiti di singoli clienti. Janus Henderson Capital Funds Plc è un OICVM di diritto irlandese con separazione patrimoniale tra i comparti. Si ricorda agli investitori che le rispettive decisioni d'investimento vanno intraprese solo in virtù del Prospetto più recente che contiene informazioni su commissioni, spese e rischi ed è disponibile presso tutti i distributori e gli agenti per i pagamenti/agente per i serviz e va letto con attenzione. Questa è una comunicazione di marketing. Consultare il prospetto dell’OICVM e il KIID prima di prendere qualsiasi decisione finale di investimento. Il fondo può non essere adatto a tutti gli investitori e non è disponibile per tutti gli investitori in tutte le giurisdizioni. Non è disponibile per i soggetti statunitensi. I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. Il tasso di rendimento può variare e il valoredel capitale investito è soggetto a oscillazioni a causa dell'andamento del mercato e dei tassi di cambio. In caso di rimborso, il valore delle azioni può essere maggiore o minore del rispettivo costo iniziale. Il presente documento non costituisce una sollecitazione alla vendita di azioni e nessun contenuto dello stesso è da intendersi come una consulenza agli investimenti. Janus Henderson Investors Europe S.A. può decidere di risolvere gli accordi di commercializzazione di questo Organismo d'investimento collettivo del risparmio in conformità alla normativa applicabile.
    Specific risks
  • Le Azioni/Quote possono perdere valore rapidamente e normalmente implicano rischi più elevati rispetto alle obbligazioni o agli strumenti del mercato monetario. Di conseguenza il valore del proprio investimento potrebbe diminuire.
  • Gli emittenti di obbligazioni (o di strumenti del mercato monetario) potrebbero non essere più in grado di pagare gli interessi o rimborsare il capitale, ovvero potrebbero non intendere più farlo. In tal caso, o qualora il mercato ritenga che ciò sia possibile, il valore dell'obbligazione scenderebbe.
  • L’aumento (o la diminuzione) dei tassi d’interesse può influire in modo diverso su titoli diversi. Nello specifico, i valori delle obbligazioni si riducono di norma con l'aumentare dei tassi d'interesse. Questo rischio risulta di norma più significativo quando la scadenza di un investimento obbligazionario è a più lungo termine.
  • Il Fondo investe in obbligazioni ad alto rendimento (non investment grade) che, sebbene offrano di norma un interesse superiore a quelle investment grade, sono più speculative e più sensibili a variazioni sfavorevoli delle condizioni di mercato.
  • Un Fondo che presenta un’esposizione elevata a un determinato paese o regione geografica comporta un livello maggiore di rischio rispetto a un Fondo più diversificato.
  • Il Fondo potrebbe usare derivati al fine di conseguire il suo obiettivo d'investimento. Ciò potrebbe determinare una "leva", che potrebbe amplificare i risultati dell'investimento, e le perdite o i guadagni per il Fondo potrebbero superare il costo del derivato. I derivati comportano rischi aggiuntivi, in particolare il rischio che la controparte del derivato non adempia ai suoi obblighi contrattuali.
  • Se il Fondo, o una sua classe di azioni con copertura, intende attenuare le fluttuazioni del tasso di cambio tra una valuta e la valuta di base, la stessa strategia di copertura potrebbe generare un effetto positivo o negativo sul valore del Fondo, a causa delle differenze di tasso d’interesse a breve termine tra le due valute.
  • I titoli del Fondo potrebbero diventare difficili da valutare o da vendere al prezzo e con le tempistiche desiderati, specie in condizioni di mercato estreme con il prezzo delle attività in calo, aumentando il rischio di perdite sull'investimento.
  • Le spese correnti possono essere prelevate, in tutto o in parte, dal capitale, il che potrebbe erodere il capitale o ridurne il potenziale di crescita.
  • Il Fondo potrebbe perdere denaro se una controparte con la quale il Fondo effettua scambi non fosse più intenzionata ad adempiere ai propri obblighi, o a causa di un errore o di un ritardo nei processi operativi o di una negligenza di un fornitore terzo.
  • Oltre al reddito, questa classe di azioni può distribuire plusvalenze di capitale realizzate e non realizzate e il capitale inizialmente investito. Sono dedotti dal capitale anche commissioni, oneri e spese. Entrambi i fattori possono comportare l’erosione del capitale e un potenziale ridotto di crescita del medesimo. Si richiama l’attenzione degli investitori anche sul fatto che le distribuzioni di tale natura possono essere trattate (e quindi imponibili) come reddito, secondo la legislazione fiscale locale.